Progetto Italia di Mezzo, Rossi: “Entro il 2020 Toscana, Umbria e Marche unite”

Enrico Rossi oggi a Perugia ha parlato nell’ambito dell’incontro “L’Italia di mezzo, rafforzare le omogeneità e rendere vantaggiose le differenze per cogliere una straordinaria opportunità di sviluppo sociale ed economico”, organizzato da Cgil, Cisl e Uil.

Mattia Cialini
Mattia Cialini
Invia per email  |  Stampa  |   15 settembre 2016 20:30  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo


“Dobbiamo costruire l’anima dell’Italia centrale, che è un’idea ormai matura. Da qui al 2020 vorrei trovare la forma per mettere insieme Toscana, Umbria e Marche e far compiere un passo avanti definitivo alla costituzione di un’unica macroregione”.

Parola del Governatore della Toscana Enrico Rossi, che oggi a Perugia ha parlato nell’ambito dell’incontro “L’Italia di mezzo, rafforzare le omogeneità e rendere vantaggiose le differenze per cogliere una straordinaria opportunità di sviluppo sociale ed economico”, organizzato da Cgil, Cisl e Uil.

Le tre Regioni insieme contano 6 milioni di abitanti, ovvero il 10% della popolazione, ma valgono il 12% del Pil nazionale. Con esportazioni crescenti (+23% dal 2008, un valore doppio rispetto alla media nazionale). Rossi, nel suo discorso, ha puntato sulle infrastrutture, ribadendo la necessità di per creare collegamenti trasversali per non contare soltanto su quelli nord sud.

Le tre Regioni – ha precisato Rossi – hanno affinità artistiche, urbanistiche, paesaggistiche, sociali ed economiche che danno fondamento forte alla necessità di realizzare una sola macroregione. Si tratta di un percorso su cui mi impegnerò perché mi sono appassionato a questo progetto che può garantire un futuro ai nostri territori e restituirci la connessione con i nostri cittadini.

 

 Mattia Cialini 
Mattia CialiniNato nel 1983, lacustre trapiantato in Toscana. Vivo ad Arezzo, mi sento a casa anche al Trasimeno e in Maremma. Laureato in comunicazione di massa all'Università di Siena. Amo scrivere, ho la fortuna di farlo per mestiere dal 2002. Sommelier Ais
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus