Poste, partono le stabilizzazioni: ad Arezzo in 23 saranno assunti a tempo indeterminato

La metà sono part time. In tutto oltre 60 assunzioni in Toscana

Sono oltre 60 le stabilizzazioni che riguarderanno Poste Italiane in Toscana. Di queste ben 23 riguardano la realtà aretina.

"Un colpo al precariato che è frutto di un accordo siglato ieri tra sindacati e azienda e che porterà finalmente all’assunzione di tanti lavoratori a tempo indeterminato" spiega in una nota Uil Toscana Questo il dettaglio delle stabilizzazioni in Toscana:  Arezzo 11 lavoratori full time e 12 part time;  Firenze 12 part time;  Livorno 12 part time; Pisa 6 part time;  Prato 12 part time.

In tutto sono 65 lavoratori assunti a tempo indeterminato, di cui 54 part time e 11 part time. A cui si aggiungono circa 60 stabilizzazioni nella prima fase del percorso di stabilizzazione dei precari e 13 nella seconda fase. Dal 2018 a oggi in Toscana sono circa 138 i lavoratori stabilizzati in Poste Italiane, oltre 5700 a livello nazionale.

“Sono numeri importanti perché significa che la breccia contro il precariato diventa sempre più ampia - spiega il segretario generale Uilposte Toscana Silvia Cirillo -. Siamo partiti dall’impossibilità di poter realizzare delle assunzioni, dei posti di lavoro a tempo indeterminato, e invece, grazie all’impegno unitario del sindacato, siamo arrivati a questo risultato. Un percorso che la Uilposte ha avviato da anni, dedicando al precariato un apposito coordinamento nazionale, oggi formato da giovani lavoratori di tutta Italia. Siamo soddisfatti di aver ristabilito una cosa normale e di buon senso, e cioè che il lavoro non è precario ma a tempo indeterminato. E’ chiaro che questo non basta, dobbiamo continuare questa battaglia e come sindacato rivendicheremo posti di lavoro stabili. Il nostro obiettivo resta sempre il solito: restituire dignità ai lavoratori".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiordaliso, lite con il capotreno nella tratta Arezzo-Roma: "Ho dovuto pagare il biglietto per due chihuahua"

  • Batterio killer New Delhi in Toscana: arrivano i test rapidi. E Mugnai scrive al ministro della Salute

  • "Siamo increduli e addolorati, Federico conosce solo il lavoro". Così gli amici di Ferrini, accusato di omicidio

  • Pensionato trovato morto in un oliveto: dramma in Valdichiana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Batterio New Delhi: un caso nell'Aretino. Il monitoraggio e la prevenzione in Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento