A 84 anni porta tutti i giorni un bimbo cieco a scuola, il signor Romano diventa "Nonno d'Italia"

La sua storia è diventata pubblica qualche mese fa. Un gesto genuino che aveva messo in evidenza una situazione di disagio, poi fortunatamente sanata. E adesso il protagonista del bel gesto viene premiato a Roma nel giorno della Festa dei Nonni

Il suo gesto altruista, reso pubblico, aveva messo in evidenza una situazione di disagio, fortunatamente sanata. E per quella sua genuinità, Romano Carletti, sarà premiato a Roma, il prossimo 2 ottobre, in occasione della Festa dei nonni. Gli verrà consegnato il ricnoscimento come "Nonno d'Italia".

Sveglia all'alba per portare un bimbo cieco a scuola

La storia di Romano Carletto e Jaffar

Il signor Romano, 84 anni, per mesi ha accompagnato a scuola un bimbo non vedente, Jaffar. Romano e il piccolo studente non sono uniti da legami di parentela, sono solo vicini di casa. Il babbo del bimbo, che fa il taglialegna, non poteva accompagnare il piccolo a scuola perché occupato con il lavoro. E così, cinque giorni a settimana, l'onere spettava a Romano.

Sessanta chilometri, dalla frazione della Consuma (a cavallo tra la provincia di Arezzo e di Firenze) e il paese di Pelago, dove la scuola si trova. Fino a che la scuola non ha concesso l'accompagnatore per il bimbo disabile, che adesso può prendere lo scuolabus assieme agli altri compagni.

La premiazione a piazza di Spagna

La notizia del premio la riporta il Corriere fiorentino di ieri: 

La vicenda (di Romano Carletti) ha impressionato a tal punto la fondazione Senior Italia FederAnziani da farlo diventare icona e testimonial nella Festa dei Nonni che si terrà a Roma, in piazza di Spagna, il prossimo 2 ottobre.

Tra i presenti ci sarà anche Lino Banfi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Coronavirus, numeri telefonici presi d'assalto. Rossi: "Negli ospedali percorsi dedicati". L'appello ai cittadini

  • Coronavirus, Arezzo fa prevenzione. Dal Ministero: "Isolamento obbligatorio in caso di contatto con infetti"

  • Sfida "spaccatesta": genitori in allarme. Il violento gioco di moda sui social

  • Le dieci regole d’oro contro il Coronavirus: il decalogo delle farmacie aretine

  • Coronavirus, sospese gite scolastiche e uscite d'istruzione

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento