Pendolari: sconto per i disagi del maltempo. Ceccarelli: “Attenzione verso l’utenza”

Non essendo un risarcimento dunque, non sarà necessario presentare l’abbonamento del mese di marzo ma, più semplicemente, dimostrare di essere un pendolare. Anche se, continua Ceccarelli, “per i dettagli attendiamo le disposizioni di Trenitalia”

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   15 aprile 2018 20:32  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo


10 per cento di sconto sul costo dell’abbonamento per i disagi subiti a causa del maltempo.
E’ quanto ha deciso di riconoscere la Regione Toscana ai pendolari.
L’annuncio arriva direttamente dall’assessore ai trasporti e alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli che sottolinea come:

“Abbiamo deciso di riconoscere uno sconto pari al 10% a tutti i pendolari che rinnoveranno l’abbonamento mensile nel prossimo mese di maggio e uno sconto proporzionale a tutti i possessori di abbonamenti annuale in conseguenza dei disagi subiti in occasione dell’ondata di maltempo che colpì la Toscana nei primi giorni di marzo”.

Ma attenzione. Di fatto non si tratta di un rimborso ma, come sottolinea l’assessore stesso, “di un segnale di attenzione della Regione verso i tutti coloro che scelgono, ogni mese in misura crescente, il servizio di trasporto pubblico, rafforzando la nostra convinzione e l’impegno profuso per la qualificazione del servizio. Si tratta di una misura straordinaria e come tale deve essere intesa”.

Non essendo un risarcimento dunque, non sarà necessario presentare l’abbonamento del mese di marzo ma, più semplicemente, dimostrare di essere un pendolare. Anche se, continua Ceccarelli, “per i dettagli attendiamo le disposizioni di Trenitalia”

“La Toscana – conclude l’assessore – è l’unica regione che riconosce uno sconto per quanto piccolo ai propri pendolari. L’abbiamo premesso non é un risarcimento ma un gesto di attenzione si. Nessuno é obbligato ad usufruirne, ci mancherebbe. Sappiamo che il servizio soprattutto in alcune linee deve migliorare. Lavoriamo ogni giorno per questo. Investiamo ogni anno oltre 250 milioni per garantire ogni giorno oltre 800 treni ai toscani con performance che ci collocano ai migliori livelli in Europa. Penso che molte persone che per problemi logistici non possono prendere il treno vorrebbero poterlo far e penso anche che prenderlo in Toscana sia un servizio migliore che altrove. Si tratta di un servizio molto complesso che dipende da una combinazione tra tecnologia e fattore umano esposto a molte variabili e molti imprevisti quindi banalizzare la puntualità di un puntuale pagamento con gran zia di un puntualissimo servizio mi sembra prescindere persino dalla fisiologia. Continueremo a lavorare con impegno per dare ancora migliori servizi. Ringrazio gli uomini e le donne che ogni giorno si impegnano per questo”.
 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus