Pagamenti e servizi on line: le novità al Comune di Arezzo

Due nuovi servizi per pubbliche amministrazioni, cittadini e imprese

L'assessore all'innovazione tecnologica Marcello Comanducci

PagoPa e SPID. Due nuovi servizi online adottati dal Comune di Arezzo. A presentarli è l'assessore all'innovazione tecnologica Marcello Comanducci:

“Sono due sigle - precisa l’assessore che mettono il Comune di Arezzo al passo con i tempi e lo rendono più smart. Tante sono le azioni intraprese da questo assessorato per renderci sempre più connessi e digitali. Nello specifico: PagoPA, attivo dal mese di febbraio, è il sistema dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni. SPID, acronimo che sta per Sistema Pubblico di Identità Digitale, è la nuova frontiera dei servizi online”.

PagoPA consente ai cittadini di utilizzare, scegliendo la modalità preferita, numerosi strumenti di pagamento come carta di credito o addebito in conto, con la garanzia della rapidità, della trasparenza, della conoscenza preventiva dei costi massimi dell’operazione da effettuare. I pagamenti si possono effettuare attraverso la piattaforma digitale IRIS di Regione Toscana (https://iris.rete.toscana.it/public/) a cui rinvia il sito del Comune. Da quest’ultima è inoltre possibile consultare la propria posizione debitoria e lo storico dei pagamenti effettuati. Al momento è possibile pagare i diritti di segreteria sui contratti e la compartecipazione alle prestazioni dei servizi sociali. Progressivamente saranno messe a disposizione altre tipologie. È inoltre possibile stampare l’avviso di pagamento e adempiere entro la data di scadenza presso un soggetto aderente alla piattaforma come banche o uffici postali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SPID consente invece a cittadini, professionisti e imprese di interagire con la pubblica amministrazione. È un’opportunità ancora poco conosciuta che presenta notevoli vantaggi: infatti, con un unico sistema di credenziali valide per tutte le pubbliche amministrazioni e di conseguenza con l’accesso diretto da qualsiasi dispositivo come computer, tablet o smartphone, si può dialogare con, ad esempio, Inps o Agenzia delle entrate e i portali web territoriali, dalle Asl ai Comuni, dalle università alle biblioteche. Le credenziali SPID sono gratuite. Istruzioni su come richiederle su https://www.spid.gov.it/richiedi-spid. Per quanto riguarda il Comune di Arezzo, durante un primo periodo interagire con l’ente sarà possibile seguendo un doppio binario: SPID oppure credenziali già fornite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

  • "Ho vinto il Coronavirus: resistete e non sottovalutatelo". La storia di Dario, aretino 38enne curato ad Abu Dhabi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento