Momo, nascosto tra i rovi dopo l’urto con un’auto: adesso cerca una famiglia

Poco più di un cucciolo, meticcio, il cagnolino ha molta paura dell’uomo: ha bisogno di una famiglia paziente e premurosa che lo aiuti a superare i suoi timori

Nadia Frulli
Nadia Frulli
Invia per email  |  Stampa  |   18 settembre 2016 9:28  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo


Quando lo hanno trovato era nascosto tra i rovi. Una ferita lieve alla testa e tanta paura: Momo, meticcio di piccola taglia, è apparso così agli occhi dei volontari dell’Enpa che lo hanno accolto.

Era lo scorso luglio quando, a Poggio Ciliegio, il cagnolino è stato trovato. Era terrorizzato, immobilizzato dalla paura se ne stava nel suo nascondiglio: forse era stato investito da un’auto che passava nella strada poco distante.

Pur essendo affabile con gli altri cani, quando è arrivato in via della Cella aveva paura degli uomini. Stava rintanato nel box e non voleva nemmeno uscire. Dopo qualche settimana ha iniziato mettere fuori il musetto: “Ma la strada da percorrere è ancora lunga – spiegano i volontari dell’Enpa – per questo cerchiamo per lui una famiglia che abbia tanta pazienza. E che gli dia tutto il tempo che serve per iniziare, o forse tornare, a fidarsi delle persone”.

Chi volesse accogliere Momo nella propria famiglia può rivolgersi al canile di via della Cella. La strada per lui è ancora lunga, ma se troverà chi lo sa accogliere e aiutare, percorrerla sarà più facile.

 Nadia Frulli 
Nadia FrulliUna laurea, un master e tanta voglia di raccontare la propria città.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus