Migranti e sanità. I dati del consultorio: “Il 26% delle pazienti sono straniere”, in 10 anni rivoluzionato il servizio

In copertina l’intervista completa ad Alessandra Mori

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   16 luglio 2017 6:47  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo

Articoli correlati



Il 29% delle nascite avvenute nel territorio provinciale sono state da mamme straniere. Una cifra altissima che pone l’accento su come, la popolazione aretina da sola avrebbe dei tassi di crescita demografica davvero molto più contenuti rispetto a quelli attuali.
L’assistenza sanitaria, soprattutto in campo consultoriale, è uno degli aspetti maggiormente importanti per quello che riguarda la sfera di integrazione della popolazione non italiana.
In questo senso significativi sono i dati riguardanti gli accessi di stranieri residenti nei consultori delle quattro vallate.
“Nel 2016 – spiega la dottoressa Alessandra Mori – il 16% degli utenti registrati sono di nazionalità non italiana. Addirittura, nel primo semestre 2017, gli accessi di stranieri hanno rappresentato il 25% del totale”.

Una crescita esponenziale delle richieste che, a detta degli operatori, trova fondamento nel fatto che il consultorio è diventato (soprattutto negli ultimi 10 anni) un importante punto di riferimento per le donne e per le coppie non italiane.
“Questo lo dobbiamo – continua Alessandra Mori – alla presenza dei mediatori culturali. Figure professionali fondamentali per il nostro presidio. E’ grazie a loro che riusciamo a dialogare correttamente con le cittadine e i cittadini di nazionalità diverse dalla nostra. Perché gli scogli più importanti da superare non sono quelli linguistici, certo avere una corretta traduzione del servizio è fondamentale, ma comprendere anche i retaggi culturali e la visione di certe condizioni è fondamentale per far passare un corretto messaggio”.

In copertina l’intervista completa ad Alessandra Mori

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus