L’angolo del libro sospeso all’Informagiovani

Il libro che ha permesso a tanti di cominciare il viaggio attraverso l’immaginazione: “Le avventure di Pinocchio”.

L’assessorato alle politiche giovanili lancia il progetto Angolo del Libro Sospeso. Uno spazio all’Informagiovani di piazza Sant’Agostino concepito secondo un’idea di Pier Ferruccio Rossi.

L’angolo dedicato al libro sospeso è un luogo accogliente per gli amanti dei libri. Chiunque può sedervisi, prendere un libro, leggerlo, confrontarsi con altri lettori che a loro volta stanno sfogliando un diverso volume, portarlo a casa, rileggerlo tutte le volte che vuole e senza obbligo di restituzione. I libri disponibili, romanzi e saggi, saranno nuovi o in condizioni comunque buone. E se qualcuno vuole donarne, può farlo. L’angolo è aperto in corrispondenza degli orari di accesso all’Informagiovani.

“Questo progetto non prevede regole – ha dichiarato l’assessore Tiziana Nisini – se non quelle della condivisione e dell’ospitalità: i lettori sono come degli ospiti che vengono a trovarci a casa, dove, in genere, offriamo un caffè. All’Informagiovani, invece, un libro. Anche a chi ha difficoltà ad acquistarne, concediamo così la possibilità di continuare a coltivare il gusto e la bellezza del cartaceo. Un grazie alle ragazze della cooperativa Beta 2, che gestiscono Informagiovani per conto del Comune e che, con il consueto entusiasmo, hanno reso possibile il progetto e ne hanno ideato il logo”.

“Stiamo dando vita a una street library – ha aggiunto Pier Ferruccio Rossi – dove il libro sospeso è libero per definizione. Vogliamo che questa libertà diventi contagiosa: un lettore viene all’Informagiovani, si prende un libro, ne lascia uno o due per gli altri e questo è come un motore che genere la spinta necessaria alla forza della poesia e della parola. È il dono che conta. Ricordando che ogni volta che terminiamo la lettura di un libro ci sentiamo gratificati, pronti a dare il nostro contributo alla società”.

Il primo libro sospeso è stato donato proprio da Pier Ferruccio Rossi e forse non poteva che essere quello che si leggeva una volta, alle scuole elementari. Il libro che ha permesso a tanti di cominciare il viaggio attraverso l’immaginazione: “Le avventure di Pinocchio”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Addio ad Acanti: indagini per chiarire la tragedia. Nulla osta per la giovane morta travolta a Renzino

  • Cronaca

    Vento forte: l'elenco dei comuni aretini con allerta meteo Arancio

  • Economia

    Licenziamento per 209 lavoratori della Pavimental

  • Cronaca

    Una gamba amputata invece del feto del figlio abortito: scambio macabro, i genitori chiedono i danni alla Asl

I più letti della settimana

  • Schianto sulla Sr71, geometra 50enne perde la vita

  • Calcio, tutte le classifiche dei campionati dalla serie C alla Seconda categoria

  • Incidente sul raccordo autostradale: task force di soccorsi. Quattro feriti nello schianto

  • Tragedia a Subbiano, muore il geometra Ferrini: ancora uno schianto sulla Sr 71

  • Dramma sulla 71: addio Pier Paolo. Il sindaco: "Geometra stimato e persona pacata. Sono vicino alla famiglia"

  • Esce di strada e si schianta contro un muretto, 23enne soccorso con Pegaso

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento