“La Madonna del Conforto ci liberi dal flagello del terremoto”. Migliaia di aretini in Duomo per le celebrazioni

“La Madonna del Conforto ci liberi dal flagello del terremoto” sono le parole riecheggiate nella Cattedrale di Arezzo e quest’anno in particolar modo anche nelle menti, nei cuori e nelle preghiere degli aretini.

Enrica Cherici
Enrica Cherici
Invia per email  |  Stampa  |   15 febbraio 2017 12:41  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo, Casentino, Valdarno, Valdichiana, Valtiberina

Articoli correlati



Migliaia di aretini sono già saliti nella parte alta della città di Arezzo per rendere omaggio alla loro santa protettrice. Siamo nel pieno delle celebrazioni della Madonna del Conforto. Alle 10:30 è stato l’arcivescovo Riccardo Fontana a dare il via alla messa pontificale, presieduta dal cardinal Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei Vescovi e concelebrata dal cardinal Gualtiero Bassetti, metropolita di Perugia, insieme ai vescovi toscani.

“La Madonna del Conforto ci liberi dal flagello del terremoto” sono le parole riecheggiate nella Cattedrale di Arezzo e quest’anno in particolar modo anche nelle menti, nei cuori e nelle preghiere degli aretini.

Ecco le prime immagini:


Le altre messe della giornata:

Alle 18, la Santa Messa sarà presieduta dall’arcivescovo Riccardo Fontana. 

Alle 16 la Celebrazione Eucaristica sarà presieduta da mons. Luciano Giovannetti.

Alle 20 la Celebrazione Eucaristica sarà presieduta da mons. Franco Agostinelli.

Alle 21.30, infine, il consueto omaggio alla Madonna del Conforto da parte dei Quartieri della Giostra del Saracino, degli Sbandieratori e dei Musici.

Alle 22.15 Celebrazione Eucaristica presieduta dal preposto di Anghiari, come da consolidata tradizione.

 

 Enrica Cherici 
Enrica ChericiAretina D.o.c.g., giornalista con la passione amaranto. Mamma consapevole, moglie.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus