"Non mancano solo i primari". Gli infermieri aretini sollecitano la Asl: "Siamo in emergenza, si aprano i concorsi"

Il presidente dell'Ordine degli infermieri Giovanni Grasso solleva la questione dl alcuni reparti del San Donato e chiede tempi celeri per i concorsi

Non c'è soltanto la carenza di primari.
A mancare, nelle strutture sanitarie dell'Aretino sono anche (e soprattutto) gli infermieri.

Un grido d'allarme non certo nuovo per la categoria e per i cittadini che, ciclicamente, si sono trovati a far fronte a carenze di personale specializzato.
Nelle ultime settimane, l'attensione da parte del mondo politico e associazionistico locale si è spostata sulla grande migrazione di personale medico, direttori di reparto e primari.

E' proprio in questo contesto che si inserisce la sollecitazione alla Asl Toscana Sud arrivata dall'Ordine delle Professioni infermieristiche di Arezzo e dal suo presidente Giovanni Grasso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono vacanti diversi posti di coordinatore infermieristico nei reparti del San Donato – spiega Grasso – e la gestione è ormai da qualche mese affidata ai colleghi facenti funzione che però non vengono sostituiti, con ricadute negative sull'assistenza nei reparti stessi, mentre in alcuni casi la gestione è affidata agli operation manager. Parliamo di unità operative di grande importanza quali neurologia, pronto soccorso, blocco operatorio, rianimazione, terapia intensiva neonatale, pediatria, centrale operativa del 118. Siamo consapevoli del fatto che la dirigenza infermieristica e l'azienda abbiano proceduto ad istruire il bando nel mese di novembre e sollecitiamo quindi lo svolgimento dei concorsi per uscire da questa situazione di emergenza che, nonostante il grande impegno dei colleghi infermieri che operano in questo contesto, ha inevitabili conseguenze anche sulla qualità del servizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • La notte di 4 Ristoranti, Borghese: "Arezzo bellissima. La sua cucina? Forte e decisa, come i suoi abitanti"

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

  • Morto durante un giro in moto: l'amico Gamurrini ha tentato di salvarlo. Agnelli: "Sconvolti"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento