Gualtiero Bassetti apre il sinodo: l’ex vescovo torna ad Arezzo per la Madonna del Conforto

Giovedì 15 febbraio in concomitanza con festa della Madonna del Conforto, la Cattedrale sarà aperta alle 6 del mattino con le Lodi e la Messa. La solenne concelebrazione delle 10.30 sarà presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, che inaugurerà il Sinodo diocesano.

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   13 febbraio 2018 17:46  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo

Articoli correlati



Sarà lui, l’ex vescovo e attuale presidente della Conferenza episcopale italiana Gualtiero Bassetti ad aprire ufficialmente il Sinodo diocesano.
Lo scorso 6 febbraio ha preso il via il percorso spirituale attraverso il quale chiesa aretina, cortonese e biturgense giunge fino all’appuntamento religioso più importante per la comunità: la festa della Madonna del Conforto.

Ma il 15 febbraio di quest’anno avrà anche un’altra valenza per la comunità cattolica. Già perché nella stessa data verrà dato avvio al Sinodo diocesano ovvero, il percorso di riforma dell’intera chiesa aretina.

Nel giorno dell’Epifania l’arcivescovo Riccardo Fontana aveva chiamato a raccolta i 500 componenti della congregazione. In quella stessa data annunciò le tappe successivo: 15 febbraio inaugurazione del percorso e 8 aprile avvio dei lavori sinodali.

Giovedì 15 febbraio in concomitanza con festa della Madonna del Conforto, la Cattedrale sarà aperta alle 6 del mattino con le Lodi e la Messa. La solenne concelebrazione delle 10.30 sarà presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, che inaugurerà il Sinodo diocesano.

Alle 14.30 il Rosario meditato fino alle 16Alle 17 saranno celebrati i secondi Vespri con la comunità monastica di Camaldoli, mentre alle 18 si svolgerà la Messa presieduta dall’arcivescovo Riccardo Fontana, con il mandato ai ministri straordinari della comunione.

Alle 21.30 l’Omaggio alla Madonna del Conforto dei Quartieri della Giostra del Saracino, degli Sbandieratori e dei Musici. Come avviene da più di due secoli, la giornata del 15 febbraio sarà contrassegnata da un infinito pellegrinaggio davanti all’immagine della Vergine.

Secondo la tradizione, le Sante Messe saranno celebrate anche alle 7, 8, 9, 12, 16, 20.30, 22.15, 23.15 per favorire la partecipazione di tutto il popolo.

Nei giorni della Novena e in quello della Festa un ampio numero di confessori sarà a disposizione dei fedeli che vogliono riconciliarsi con Dio.

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus