E' scomparso Rino Fabbrini, fondatore dell'hotel Minerva. Il cordoglio di Confcommercio

Pioniere della ricettività aretina, con il fratello aveva aperto il ristorante "lo Spiedo d'oro" negli anni sessanta. Il direttore di Confcommercio Toscana, Franco Marinoni: "Ci stringiamo alla sua famiglia"

Cordoglio della Confcommercio per la scomparsa di Rino Fabbrini, fondatore del ristorante-hotel Minerva e padre dell’attuale presidente dell’Associazione Albergatori Aretini Gianni Fabbrini.

Il direttore di Confcommercio Toscana, Franco Marinoni, lo ricorda così.

“Insieme alla sua famiglia, Rino Fabbrini è stato pioniere della ricettività aretina. Grazie alla sua intuizione, è sorto negli anni Sessanta uno dei primi alberghi della città, vocato al turismo d’affari e oggi brillantemente riconvertito al turismo leisure dalla seconda generazione di titolari. Ci stringiamo intorno alla famiglia di Rino, in particolare a sua moglie e ai figli Gianni e Monica, nostra collega in Confcommercio”.

Nati come ristoratori con il celebre ristorante “Spiedo d’Oro”, aperto in centro nei primi anni Cinquanta, i fratelli Fabbrini trasferirono il loro locale in via Fiorentina aprendo anche l’hotel.

La presidente di Confcommercio Toscana, Anna Lapini, ha commentato.

“Siamo grati a Rino per aver scritto un pezzo importante della storia imprenditoriale aretina. L’insegna dell’Hotel Minerva per anni ha segnato lo skyline aretino aprendo la via ad uno dei settori che oggi si confermano strategici per la crescita dell’economia locale”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Siamo increduli e addolorati, Federico conosce solo il lavoro". Così gli amici di Ferrini, accusato di omicidio

  • Pensionato trovato morto in un oliveto: dramma in Valdichiana

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Batterio New Delhi: un caso nell'Aretino. Il monitoraggio e la prevenzione in Toscana

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento