“Esercito in città? Valutazione politica ma, più siamo meglio è”. Il questore Failla apre le celebrazioni di San Michele Arcangelo

Ed è sempre in occasione della festività di San Michele Arcangelo che il questore Failla stila un bilancio delle attività di pubblica sicurezza che hanno riguardato i mesi passati.

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   29 settembre 2018 18:36  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo


“Più siamo meglio è”.
La considerazione è quella del questore di Arezzo Bruno Failla che, a margine delle celebrazioni per di San Michele Arcangelo patrono della polizia, ha risposto ad alcune domande riguardanti la possibilità, nonché la necessità, per la città di aderire al progetto “Strade sicure”.
L’ipotesi era stata lanciata attraverso un’interrogazione in consiglio comunale da uno degli esponenti di maggioranza, il consigliere Chierici.

Immediata la reazione da parte del mondo politico e sindacale.
L’ultima presa di posizione è stata quella esternata dal Siulp che aveva sottolineato come l’impiego dell’esercito in città, prerogativa del progetto “Strade sicure”, fosse poco opportuna.
Sono seguite numerose repliche da parte dei consiglieri di minoranza e rappresentanti del mondo politico che di fanno hanno preso le distanze da questa ipotesi.

“Voglio ricordare inanzi tutto che il progetto Strade Sicure, l’impiego dell’esercito è stato fatto per la vigilanza di obiettivi sensibili e per un rafforzamento delle misure antiterrorismo. E in questa ottica è molto apprezzabile. Ricordo che nelle realtà dove ha trovato attuazione i militari vengono sempre affiancati ad un poliziotto o di un carabiniere. Realtà molto limitate come stazioni ferroviarie o aeroporti. Quindi questi sono gli ambiti e i margini dell’esercito”.

Ma Arezzo ne ha bisogno?

“Non entro nel merito – ha sottolineato Failla – E’ una questione politica ed io sono responsabile tecnico operativo. Ma, più siamo meglio è”.

Ed è sempre in occasione della festività di San Michele Arcangelo che il questore Failla stila un bilancio delle attività di pubblica sicurezza che hanno riguardato i mesi passati.

“Ci sentiamo sempre in prima linea nella lotta contro il male e per la tutela dei cittadini – ha sottolineato – il bilancio è positivo abbiamo incentivato tutta l’attività preventiva e abbiamo anche ottenuto dei buoni riscontri sull’attività di contrasto perché abbiamo contrastato e represso tipologie criminali che si sono verificate con estrema rapidità”.

 

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus