Emergenza lupi. Un incontro per fare chiarezza, appuntamento ad Anghiari

“La Regione deve cominciare a farsi ascoltare nelle stanze del Ministero per chiedere a gran voce una revisione del Piano d’azione nazionale sulla conservazione del Lupo e prevedere così il contenimento mirato dell’ibridazione di una specie dannosa sia per il nostro lavoro, per l’ambiente e per il Lupo stesso”.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   1 ottobre 2018 12:15  |  Pubblicato in Attualità, Valtiberina


Domani 2 ottobre alle ore 15 presso la sala della Misericordia di Anghiari, si terrà un incontro organizzato da Confagricoltura Arezzo sulla emergenza lupi. Tra i relatori relatori, interverranno Paolo Banti, dirigente attività faunistico-venatoria Regione Toscana e Claudio d’Amico, comandante provinciale Corpo Forestale dello Stato.

“Come se non bastasse l’esercito di ungulati che ogni giorno distrugge i nostri campi, gli allevatori sono costretti a fare i conti con un numero sempre più elevato di lupi e ibridi (lupo-cane) che prendono d’assalto gli allevamenti mettendo le nostre aziende in ginocchio. La situazione sta diventando paradossale, le imprese chiudono perché si trovano alla mercé delle scorribande di animali selvatici – afferma Gianluca Ghini, direttore di Confagricoltura Arezzo –Il Lupo rientra fra le specie protette così come da regolamento dell’Unione Europea, ma è evidente che qui serve una soluzione. Non possiamo permetterci – conclude Ghini – nelle condizioni in cui versa l’intera economia, di avere continuamente danni così ingenti. La Regione deve cominciare a farsi ascoltare nelle stanze del Ministero per chiedere a gran voce una revisione del Piano d’azione nazionale sulla conservazione del Lupo e prevedere così il contenimento mirato dell’ibridazione di una specie dannosa sia per il nostro lavoro, per l’ambiente e per il Lupo stesso”.  

blog comments powered by Disqus