Nuovi alloggi di edilizia popolare: ventotto nei comuni dell'Aretino. Ecco dove

I lavori di ciascun intervento dovranno concludersi entro 3 anni dal loro inizio.

In provincia di Arezzo saranno realizzati 28 nuovi alloggi di edilizia popolare, partendo dal recupero di 5 edifici oggi abbandonati ed in situazione di degrado. I nuovi alloggi saranno realizzati nei comuni di Bibbiena, Capolona, Civitella Val di Chiana e Cortona e sostituiranno l'intervento di nuova edilizia popolare previsto ad Arezzo.

La giunta regionale della Toscana ha approvato una delibera, proposta dall'assessore regionale alla casa, che recepisce la proposta del Lode di Arezzo di dare risposta all'emergenza abitativa disponendo la realizzazione nuovi alloggi.

L'assessore regionale alla casa ha sottolineato che realizzare 28 nuovi alloggi di edilizia pubblica residenziale attraverso il recupero di cinque grandi edifici dismessi, consente di aumentare la disponibilità di alloggi popolari senza consumare nuovo suolo, in linea con lo spirito della leggere regionale 65/2014 sul paesaggio, e al tempo stesso di prevenire o recuperare situazioni di degrado urbano.

Gli interventi verranno realizzati a:

Bibbiena: 10 alloggi nell'ex convento di S. Lorenzo, per un valore di € 1.650.000. Il complesso è situato nel centro storico di Bibbiena. Gli alloggi saranno realizzati fra piano terra e primo piano, per una superficie totale di pari a 678 mq. Verranno realizzati tre alloggi piccoli, tre medi e quattro grandi.

Capolona: 4 alloggi nella ex scuola San Martino, per un valore di € 720.000. Il fabbricato, originariamente destinato ad una funzione scolastica e successivamente riconvertito ad uso abitativo, è attualmente abbandonato. L'intervento prevede la demolizione e ricostruzione dell'edificio. Il progetto prevede due piani più un'autorimessa seminterrata, con una superficie utile per gli appartamenti pari a mq. 260.

Civitella Val di Chiana: 10 alloggi nella ex Villa Pecchioli, per un valore di € 1.600.000. E' previsto l'acquisto del complesso edilizio "Villa Pecchioli" dalla Diocesi di Arezzo. L'edificio sarà recuperato e vi saranno realizzati 10 alloggi di vari tagli. La superficie abitativa è stata stimata in 662 mq.

Cortona: 4 alloggi, di cui 2 (di taglio medio, superficie complessiva di 130 mq) a Farneta, per un valore di € 300.000. Gli altri 2 alloggi (di taglio medio, superficie complessiva di 150 mq) saranno ricavati nella ex scuola in località San Lorenzo, anch'essa attualmente inutilizzata, per un valore di € 400.000.

Le risorse necessarie ammontano in totale a € 4.670.000. La Regione Toscana ha autorizzato Arezzo Casa ad utilizzare le risorse presenti nelle contabilità speciali, per un ammontare pari a € 3.700.000, ed ha concesso un contributo diretto per i restanti € 970.000.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori di ciascun intervento dovranno concludersi entro 3 anni dal loro inizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Alla Chiassa non passa più nessuno". Punta la pistola in strada e si filma, ma arriva la Polizia: denunciato

  • Coronavirus, Ghinelli: "Uscite a fare la spesa? Tenete lo scontrino"

  • Covid-19: sette nuovi casi nell'Aretino di cui tre in città. Il bollettino della Asl

  • Medico chirurgo positivo al Covid-19 ricoverato al San Donato

  • E' morta una maestra elementare contagiata da Coronavirus

  • Il messaggio ai suoi 500 dipendenti: "Riguardatevi, torneremo". E' la prima cassa integrazione della Lem in 46 anni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento