“Disegna il pappamondo”: il cibo come strumento di inclusione sociale

È la 4° B della scuola primaria Pescaiola, la classe vincitrice del concorso “Disegna il pappamondo”, promosso da Oxfam in collaborazione con il Comune di Arezzo, che si è concluso con la consegna agli studenti vincitori di una lavagna...

pappamondo

È la 4° B della scuola primaria Pescaiola, la classe vincitrice del concorso “Disegna il pappamondo”, promosso da Oxfam in collaborazione con il Comune di Arezzo, che si è concluso con la consegna agli studenti vincitori di una lavagna multimediale interattiva, un nuovo e utilissimo strumento didattico. Durante la premiazione erano presenti il direttore dei programmi in Italia di Oxfam, Alessandro Bechini e l’assessore alla scuola e alle politiche sociali del Comune di Arezzo, Lucia Tanti.

Il progetto ha coinvolto 493 studenti aretini di 26 classi di 8 scuole primarie di Arezzo che, durante il mese di marzo, hanno potuto confrontarsi con il tema del cibo come strumento di inclusione sociale ed elemento culturale capace di favorire la conoscenza reciproca e il superamento di stereotipi e pregiudizi. Il concorso infatti attraverso la realizzazione di 25 diversi laboratori è stato scandito da animazioni e letture interculturali svolte assieme ai ragazzi ed è culminato con la realizzazione di un disegno collettivo in grado di affrontare i temi del concorso e di esprimerli nella maniera più creativa possibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesta stagione 4 Ristoranti: ecco quando andrà in onda la puntata girata ad Arezzo

  • Dramma sulle piste da sci. Imprenditore aretino perde la vita

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trasporto eccezionale perde lastre di cemento in curva. Chiuso lo svincolo al ponte dell'ex Lebole

  • Tre lavoratori "in nero": chiuso ristorante. Un familiare precepiva il reddito di cittadinanza

  • Aereo dirottato. Pupo bloccato a New York: "Spero di arrivare in tempo per il GfVip"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento