Dal Cipe 52 milioni di euro per la viabilità aretina. Ceccarelli: “Progetti già finanziati in fase esecutiva”

Accordo Regione-Governo: dal Cipe 52 milioni per l’area aretina

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   12 gennaio 2018 17:00  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo, Casentino, Valdarno, Valdichiana, Valtiberina

Articoli correlati



Dal Cipe in arrivo quasi 52 milioni per l’area aretina, per consentire la realizzazione di interventi sulla Sr 71 e di una variante sulla Sr 69 in località Ponte Mocarini a Terranuova Bracciolini. Le risorse, tratte dal Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2014-2020, sono state attribuite accogliendo le richieste del presidente della Toscana e dell’assessore regionale alle infrastrutture, che hanno indicato 16 interventi sulle infrastrutture come ‘prioritari e strategici’ per migliorare la mobilità in varie parti della regione.

“Possiamo dire – spiega l’assessore regionale Vincenzo Ceccarelli – che quello raggiunto è un grande risultato che permetterà uno sviluppo non indifferente del territorio aretino. Con questi fondi avremo delle infrastrutture più moderne e sicure che metteranno in comunicazione le aree interne della provincia di Arezzo con le grandi arterie del traffico. Si tratta di interventi di notevole importanza per lo sviluppo del turismo ma anche per l’economia e il trasporto delle merci. Continuiamo quindi quel programma di interventi straordinari che abbiamo avviato già in passato e che hanno portato anche alla realizzazione, tanto per citare un’opera, del ponte Leonardo. La stretta sinergia tra territori, Governo e Regione sta continuando a dare i suoi frutti e di questo siamo estremamente soddisfatti.
Personalmente il mio grazie va al ministro Delrio, Nencini e a Lotti in qualità di presidente del Cipe. Contiamo di riuscire a realizzare il tutto nella maniera più veloce e rapida possibile visto che sono stati già finanziati tutti i progetti esecutivi di questo lungo elenco che riguarda la provincia di Arezzo. In questo senso contiamo sulla collaborazione da parte delle amministrazioni locali”.

Gli interventi sulla Sr 71 interesseranno i Comuni di Cortona, Chiusi della Verna, Subbiano e Bibbiena. In particolare:
– sono stati destinati 13 milioni alla realizzazione di una variante da sud dell’abitato di Camucia fino allo svincolo con la Perugia-Bettolle nel Comune di Cortona. La variante avrà una lunghezza complessiva di circa 5,2 Km e prenderà avvio dalla rotatoria in località Vallone. Procedendo verso sud raggiungerà la SP 33 del Riccio, alla quale si collegherà con una nuova rotatoria, ed arriverà allo raccordo Perugia Bettolle in località Pietraia. L’intervento comprenderà, oltre alla realizzazione della viabilità di ricucitura con la rete viaria esistente, anche la realizzazione di un ponte sul torrente Mucchia.

– altri 12,5 milioni sono stati destinati per la realizzazione del tratto di variante da Subbiano Nord a Calbenzano, nel Comune di Subbiano. L’importo totale dell’intervento è stato stimato in 16 milioni, per cui oltre alle risorse Cipe restano da reperire 3,5 milioni. Il progetto prevede la realizzazione di un tratto in variante alla Sr 71 che faccia da proseguimento verso sud della variante di Calbenzano. Il tracciato si snoda a monte dell’attuale viabilità e si ricongiunge al tracciato della sr 71 dopo aver oltrepassato il torrente Gravenna, per poi procedere verso Subbiano sull’attuale sede stradale, adeguandola.

– infine 18,5 milioni sono andati alla variante del Corsalone nei Comuni di Chiusi della Verna e Bibbiena. Il progetto prevede la realizzazione di un tratto in variante per bypassare l’abitato di Corsalone. La variante avrà una lunghezza complessiva di circa 2,2 Km, si staccherà dall’attuale tracciato della SRT 71 in prossimità dell’abitato e procederà verso nord in affiancamento della linea ferroviaria fino a ricongiungersi con la attuale SRT 71 in prossimità del Pollino. Nell’ambito dell’intervento oltre ad importanti opere di sostegno verranno realizzate anche nuovi attraversamenti sui torrenti Corsalone e Vessa.

Per tutti gli interventi è previsto che i lavori si concludano entro il 2022. Soggetto attuatore sarà la Regione Toscana.

Inoltre il Cipe ha finanziato la variante di Ponte Mocarini sulla sr 69 nel comune di Terranuova Bracciolini, dal valore complessivo di 15 milioni, dei quali 5 milioni già finanziati con risorse Cipe FSC 2007/2013, 7.800.000 euro assegnati oggi e 1.200.000 euro a carico del Comune.
L’intervento costituisce un ulteriore lotto del progetto complessivo di realizzazione di una variante in riva destra d’Arno all’attuale tracciato della SRT 69. Interessa sia il territorio della Città Metropolitana di Firenze che la Provincia di Arezzo.
Sarà realizzata una bretella di collegamento tra la strada provinciale in località ‘Le Coste’ ed il casello autostradale ‘Valdarno’. In questo modo si miglioreranno la sicurezza della circolazione e la fluidità del traffico, molto inteso vista la presenza di aree produttive molto dinamiche.
La strada che sarà realizzata sarà larga 10,5 metri, con due corsie di marcia da 3,75 m e banchine laterali da 1,50 m. Il tracciato sarà parallelo all’autostrada ed avrà una lunghezza di circa 1,6 km. La nuova strada si innesterà sulla viabilità esistente in località Le Coste, con un rotatoria di 40 m di diametro esterno, dopo aver superato il torrente Ciuffenna con un ponte di circa 40 metri di luce.
A circa a trecento metri da Le Coste il tracciato intersecherà poi la Sp 59 con l’accesso al ponte sull’autostrada. Sono attualmente in fase di valutazione due possibili soluzioni, un sottoattraversamento oppure un’altra rotatoria, per gestire questo incrocio.

Anche in questo caso i lavori dovranno concludersi entro il 2022 e soggetto attuatore sarà la Regione Toscana.

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus