La lettera del sindaco di San Giovanni ai suoi concittadini: "State a casa"

Il Comune per permettere di affrontare il più serenamente possibile questo momento e per fare comunità ha attivato, con l’aiuto del volontariato e delle associazioni del territorio, alcuni servizi di assistenza e di vicinanza alla persona

Valentina Vadi, sindaco di San Giovanni Valdarno

Il sindaco di San Giovanni Valdarno, Valentina Vadi ha scritto ai scuoi concittadini.

Caro concittadino/a l’emergenza sanitaria conseguente al diffondersi del Covid-19 impone severe misure di contenimento al fine di contrastare il diffondersi della malattia. Sono consapevole delle difficoltà che ciascuno deve affrontare, non solo materiali ma anche di tipo psicologico, dovute alla distanza fisica dalle persone care, dagli affetti e dal non poter perseguire i propri diversi interessi. Penso in particolare alle persone anziane che rappresentano la parte più fragile e da proteggere rispetto a questa malattia. L’unico modo, l’unica cura, che abbiamo per proteggere noi e le persone che amiamo in questo momento è stare in casa. Tutti possiamo fare qualcosa per contribuire a migliorare questa situazione ed è seguire questa regola che ormai da giorni viene ripetuta ovunque. Per questo vi chiedo di non uscire da casa o uscire il meno possibile, organizzandovi per l’acquisto di beni di prima necessità al fine di prevedere non più di una uscita alla settimana.

Il Comune per permettere di affrontare il più serenamente possibile questo momento e per fare comunità ha attivato, con l’aiuto del volontariato e delle associazioni del territorio, alcuni servizi di assistenza e di vicinanza alla persona che ti segnalo e ti invito ad utilizzare:

Servizi alla persona: servizio di spesa alimentare e farmaci a domicilio denominato #staiacasa chiama il Comune. Chiama il numero 055 9126255 dalle 9,00 alle 12,30 dal lunedì al venerdì ed un incaricato del Comune andrà a fare la spesa e in farmacia per te. servizio di ascolto e supporto psicologico. Chiama il numero 345.7581915 dalle 18 alle 20 incluso sabato e domenica, uno psicoterapeuta ascolterà le tue paure e le tue preoccupazioni

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Servizi di intrattenimento: Stiamo a casa, sentiamoci per telefono chiama il numero 347.4544564 dalle 9:30 alle 12:30 prenotati per le seguenti attività: “raccontami una storia” -Favole per bambini e romanzi per adulti vengono lette al telefono; “facciamo due chiacchiere” - Parliamo insieme per sentirci meno soli; “costruiamo insieme una storia” - I volontari delle associazioni teatrali di San Giovanni (ABC Arte e Associazione culturale Masaccio) in videochiamata o Skype con max. 4 bambini inventeranno insieme delle storie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Scocca l'ora di Arezzo a 4 Ristoranti: tutto quello che c'è da sapere sulla puntata

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • La notte di 4 Ristoranti, Borghese: "Arezzo bellissima. La sua cucina? Forte e decisa, come i suoi abitanti"

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento