Coronavirus, a Civitella aiuti a famiglie ed aziende per fronteggiare questo periodo di emergenza

La Giunta comunale di Civitella in Val di Chiana ha deliberato in questa settimana alcuni aiuti alle imprese e alle famiglie in virtù del protrarsi dell’emergenza Coronavirus

La Giunta comunale di Civitella in Val di Chiana ha deliberato in questa settimana alcuni aiuti alle imprese e alle famiglie in virtù del protrarsi dell’emergenza Coronavirus.

Per quanto riguarda i servizi sospesi, come il trasporto scolastico, il servizio di anticipo e posticipo delle scuole materne, la Scuola di Musica e l’asilo Nido, le quote fisse saranno totalmente annullate a partire dal mese di marzo fino alla ripresa dei servizi. Per quanto riguarda la mensa scolastica verranno fatturati soltanto i pasti effettivamente fruiti nel mese di marzo e poi riprenderà la fatturazione nei mesi successivi alla ripresa del servizio.

Per quanto riguarda il Centro Diurno per autosufficienti e quello all’interno della Rsa per i non autosufficienti verranno fatturati solamente i giorni di effettiva presenza nella struttura.

Per il Centro di Socializzazione Aquilone verranno fatturati solo i pasti fruiti mentre la quota fissa sarà totalmente annullata fino alla ripresa delle attività.

Ma ci sono anche altre agevolazioni messe in campo dall’Amministrazione comunale: la sospensione dei termini per tre mesi e almeno fino al prorogarsi dell’emergenza Covid-19 per quanto riguarda le attività inerenti le pratiche edilizie o quelle delle autorizzazioni agli scarichi reflui ed il rinnovo delle concessioni cimiteriali.

Per quanto riguarda i Tributi è stato deciso di disporre alcune proroghe: per gli avvisi bonari relativi all’imposta sulla pubblicità, che erano in scadenza al 30 aprile, sono prorogati al 30 giugno; la riscossione del canone delle illuminazioni votive in scadenza al 30 aprile è anch’essa prorogata al 30 giugno. Sospesa la notifica degli avvisi di accertamento, dei solleciti di pagamento e di tutti gli atti propedeutici fino al 30 giugno.

Per tutte quelle aziende e quelle attività, o quei cittadini, che hanno fatto un piano di rateizzazione dei debiti tributari si ricorda che le rate che scadevano dal 10 marzo fino al 30 giugno possono essere sospese in virtù dell’emergenza sanitaria in atto ed il loro piano di rateazione non decadrà ma verrà prorogato per le rate che non saranno pagate in questo periodo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Scocca l'ora di Arezzo a 4 Ristoranti: tutto quello che c'è da sapere sulla puntata

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • La notte di 4 Ristoranti, Borghese: "Arezzo bellissima. La sua cucina? Forte e decisa, come i suoi abitanti"

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento