Coronavirus, Cisl: "Bene l'accordo sui comparti produttivi"

La tutela dei lavoratori e del lavoro è una priorità. Nei prossimi giorni sarà chiaro il quadro provinciale delle attività essenziali

Il buonsenso è prevalso questa mattina allorquando si è giunti ad una intesa possibile fra Governo e Cgil-Cisl-Uil per ridurre il numero dei comparti che continueranno a produrre durante l’emergenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Una notizia che aspettavamo- fanno sapere dalla Segreteria CISL di Arezzo - che va nella giusta direzione e che rassicura tutto il mondo del lavoro in questo momento molto grave e tragico per il nostro Paese e di conseguenza anche per il nostro territorio.
In particolar modo è stato inteso che è necessario tutelare la salute di tutti i lavoratori e di tutti i cittadini modificando quella prima lista di attività arrivando oggi a garantire le produzioni davvero indispensabili per assicurare la continuità del sistema sanitario e del settore agroalimentare, cioè quelle che sono le produzioni davvero essenziali in questo momento. A questo primo passo si affiancherà il lavoro nel territorio dove prefetture e OO.SS. dovranno autocertificare le attività delle imprese che svolgono attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere essenziali. La CISL ha anche chiesto un intervento forte per il comparto bancario e postale per garantire sicurezza ai lavoratori, viste le condizioni spesso inaccettabili sia dei lavoratori sia dei cittadini che a migliaia ogni giorno si rivolgono agli sportelli. Nei prossimi giorno - concludono da viale Michelangelo - avremo chiaro il quadro provinciale ed il nostro impegno sarà come sempre massimo per rialzarci quanto prima da questa situazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • Il messaggio ai suoi 500 dipendenti: "Riguardatevi, torneremo". E' la prima cassa integrazione della Lem in 46 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • "Se porti la mascherina ti guardano e ridono". Ilaria dall'Olanda racconta il Coronavirus: "Abbiamo avviato una raccolta fondi"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento