Raccolta rifiuti in centro storico, commercianti a confronto con l’assessore Sacchetti

In attesa che entrino in vigore le nuove regole per il conferimento e la raccolta differenziata, l’assessore all’ambiente Marco Sacchetti spiegherà nei dettagli il sistema pensato dall’Amministrazione Comunale e sarà disponibile a chiarire ogni eventuale dubbio sull’argomento. A moderare l’incontro, alla presenza della presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, la vicedirettrice di Confcommercio Arezzo Catiuscia Fei.

Foto d'archivio

C’è grande attesa per l’incontro che martedì 26 marzo, alle ore 15.30 nella sede della Confcommercio in via XXV Aprile 12, metterà a confronto gli imprenditori del centro storico di Arezzo con l’assessore all’ambiente Marco Sacchetti per discutere delle nuove modalità di raccolta differenziata dei rifiuti.
 
All’incontro, moderato dalla vicedirettrice della Confcommercio aretina Catiuscia Fei, parteciperà anche la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini.
 
“C’è ancora grande incertezza sulle novità ipotizzate dall’Amministrazione Comunale”, spiega la vicedirettrice Catiuscia Fei, “di sicuro incideranno nei tempi e nei modi sulle attività quotidiane di negozi, pubblici esercizi e strutture ricettive alberghiere e non. Era quindi necessario un momento di confronto diretto fra chi queste regole le ha scritte e chi poi ogni giorno dovrà rispettarle. Due sono le esigenze da conciliare: da una parte quella di avere una città sempre pulita e in ordine, dall’altra quella di dotarsi di un modello operativo di conferimento e raccolta rifiuti il più possibile semplice, facile da seguire per tutti gli esercenti. E, soprattutto, efficace. Inutile, come accade ora, obbligare gli operatori, per esempio, a mettere fuori dai negozi i cartoni ad orari precisi se poi i mezzi per la raccolta passano solo molto tempo dopo. Non è una bella immagine quella che la città da di sé a turisti e cittadini”.
 
“L’interesse di tutti è che la città preservi il decoro che merita”, sottolinea la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini, “in particolare in centro storico, che ne rappresenta un po’ il biglietto da visita. Per questo è essenziale che siano messe a punto regole di gestione funzionali sia a chi deve effettuare la raccolta sia ai tempi delle imprese, che sono obbligate ad osservare prescrizioni ovviamente molto rigide in tema di rifiuti. Penso soprattutto a chi tratta alimenti, che oltretutto, oltre al servizio pubblico, già deve pagare ditte specializzate per la raccolta di rifiuti speciali come l’olio di cottura della ristorazione o gli scarti animali delle macellerie. Insomma, in fondo all’anno il costo dei rifiuti incide molto sul bilancio aziendale e pretendere che sia garantito un servizio efficiente è davvero il minimo”.
 
Secondo un’indagine nazionale di Confcommercio pubblicata nel 2018 (che regione per regione, provincia per provincia, ha confrontato le aliquote medie Tari applicate per metro quadrato alle diverse tipologie di attività economiche), negli ultimi 7 anni la tassa sui rifiuti è quasi raddoppiata per cittadini e imprese, arrivando a costare più di 9 miliardi. “Ad onor del vero, il Comune di Arezzo è fra i più “morigerati” nell’applicazione della Tari, ma, in generale, la tassa sui rifiuti che grava sulle imprese toscane è fra le più alte d’Italia”, spiega la presidente Lapini, “una disparità di trattamento che incide sulla competitività delle imprese costrette a far fronte ad oneri maggiori, e  lede la libera concorrenza”.
 
Nell’incontro di martedì 26 marzo, l’assessore Marco Sacchetti spiegherà quindi nei dettagli tutte le nuove regole sulla raccolta differenziata dei rifiuti in centro storico ad Arezzo e sarà disponibile a chiarire ogni eventuale dubbio sull’argomento. “Invitiamo tutti gli operatori interessati a partecipare, anche per fare presenti eventuali criticità incontrate nelle loro aree”, dice la vicedirettrice della Confcommercio aretina Catiuscia Fei, “ci sono ancora margini per intervenire e definire insieme all’Amministrazione Comunale le migliori procedure possibili per tutti”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • "Dormivamo, ci sono entrati in casa e hanno rubato", il racconto. Aumentano le segnalazioni: controlli straordinari

  • "Carne francese venduta come argentina", mega multe dei Forestali a un banco di Street Food

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento