"Concorsone" scuola. Oltre 400 prof aretini a caccia di un posto fisso

Erano attese circa 220mila domande invece, secondo le stime dei sindacati, ne sono arrivate poco meno di 172mila. Sono questi, in tutta Italia, i candidati che il 28 aprile sosterranno le prove scritte del famigerato "concorsone scuola" quello...

Erano attese circa 220mila domande invece, secondo le stime dei sindacati, ne sono arrivate poco meno di 172mila.

Sono questi, in tutta Italia, i candidati che il 28 aprile sosterranno le prove scritte del famigerato "concorsone scuola" quello, attraverso il quale, migliaia di insegnanti precari cercheranno di ottenere un posto fisso. Ma a pochi giorni di distanza dall’avvio dei test ecco che, per così dire, i conti non tornano.

I posti a disposizione infatti, sarebbero molti di più dei pretendenti.

“La causa - spiega Maurizio Tacconi della Cgil Arezzo - è del fatto che sono state escluse tante categorie. Molti non hanno potuto prepararsi a sostenere la prova perché di fatto non in possesso dei requisiti necessari per accedervi. Dunque, i posti a disposizione sono più degli iscritti. Per Arezzo, possiamo parlare di circa 400 candidati che sosterranno le prove. I posti che rimarranno in più, ammesso che tutti superino la prova e ammesso che non cambino le regole,saranno assegnati a chi si trova nelle graduatorie a esaurimento".

Maurizio Tacconi Cgil Maurizio Tacconi Cgil

Stando alle stime rese note nei mesi passati, soltanto in Toscana con il concorsone della scuola, i prof che entreranno di ruolo in Toscana saranno 4.648 e di questi 331 andranno a coprire i posti di sostegno. I bandi sono invece tre: uno riservato a scuola dell'infanzia e primaria, uno a secondaria di I e II grado e uno al sostegno.

Lo scritto, che si svolgerà al computer e durerà 150 minuti, prevede 8 domande sulla materia di insegnamento, due delle quali in lingua straniera. La prova orale durerà 45 minuti e consisterà in una lezione simulata e nel colloquio con la commissione.

Nei giorni passati, proprio i sindacati, si sono adoperati per realizzare i corsi di preparazione al test. Cgil, Cisl e Uil hanno organizzato incontri specifici che hanno coinvolto un totale di 210 insegnanti.

"E molti non hanno potuto partecipare alle nostre iniziative - spiega ancora Tacconi - perché hanno presentato richiesta in ritardo".

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

  • Lo zenzero fa bene, ma non sempre: quando e perché non va consumato

  • I 5 errori da evitare quando si arreda casa

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Va a sbattere contro un muro: soccorso con Pegaso

  • Schianto all'alba in Valdichiana. Due feriti, uno è in gravi condizioni

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento