Comune e Tim di fronte al Tar, il ricorso del gestore della telefonia per il regolamento sulle concessioni

Il ricorso è arrivato a palazzo Cavallo da poche settimane

Da qualche settimana nel tavolo della giunta c'è il ricorso presentato da Tim al Tar della Toscana contro il regolamento del Comune di Arezzo, approvato qualche mese fa, per regolare le concessioni per "l'alterazione del suolo e del sottosuolo pubblico" per la posa delle reti della telefonia, dei servizi tecnologici come ad esempio la fibra ottica per internet.

Il sindaco e il resto della giunta hanno dato l'incarico ai due avvocati di fiducia per seguire il caso, Stefano Pasquini e Lucia Rulli, che stanno leggendo le carte e preparando la propria linea di difesa del regolamento. Perché Tim in sostanza chiede che venga annullato puntando sul contrasto di come un regolamento comunale possa intervenire in un settore di interesse primario, normato da una legge superiore dello stato.

Ancora la data dell'udienza di fronte al Tar non è stata stabilita, la battaglia legale tra il colosso della telefonia e il Comune di Arezzo potrebbe potrarsi a lungo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tensione al supermercato: zuffa tra due signore, arrivano i Carabinieri

  • "Arezzo è deserta: ma quand'è che torniamo normali?". Lo sfogo di Scanzi nel video-record

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Coronavirus, Ghinelli a Firenze: "Proporrò la chiusura delle scuole"

  • Arezzo vista dagli occhi dei Vip: tutti gli scatti social

  • Coronavirus, primi casi in Toscana. Due tamponi positivi a Firenze e Pistoia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento