Il Comune di Arezzo aderisce alla proposta di Anci: “Sì all'educazione civica nelle scuole”

Il sindaco Ghinelli e l'assessore Tanti: "È il tempo delle regole e della consapevolezza. Da Arezzo un contributo convinto"

“Il Comune di Arezzo - annunciano il sindaco Alessandro Ghinelli e l’assessore alle politiche scolastiche Lucia Tanti - intende aderire alla petizione lanciata da Anci nazionale per l’introduzione, effettiva, come materia oggetto di valutazione, dell’educazione civica negli istituti scolastici. Dal 15 novembre, dunque, allo Sportello Unico, saranno a disposizione degli aretini i moduli per firmare questa richiesta. Per la legge italiana sono necessarie 50.000 firme autenticate perché i cittadini possano depositare una proposta di legge in Parlamento e obiettivo dell’Associazione nazionale comuni italiani è raggiungere tale quota per sollecitare il massimo organo rappresentativo a deliberare in tale senso. L’educazione civica deve diventare una materia vera per dare agli studenti, elettori e cittadini di domani, elementi di consapevolezza e conoscenza della Costituzione e dell’ordinamento giuridico, delle regole e dei diritti/doveri a cui tutti siamo tenuti. È una questione di regole ma soprattutto di civiltà. Quella che spesso difetta non solo nel dibattito ma anche nei comportamenti delle persone. Un ringraziamento al responsabile e al personale dello Sportello Unico che ha accolto di buon grado questa ulteriore incombenza che andrà ad aggiungersi al già importante e cospicuo lavoro svolto quotidianamente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • Scanzi supera il milione di fan. Più 250mila in 7 giorni, nessuno come lui in Italia

  • Mascherine obbligatorie fuori dall'abitazione. L'annuncio di Rossi: "Ne distribuiremo subito 10 milioni"

  • Coronavirus, obbligo di mascherine dove necessario mantenere una distanza di 1,8 metri

  • Drastico calo dei contagi: un solo caso in provincia di Arezzo

  • Le attività aperte e quelle che effettuano consegne a domicilio. Segnala ad Arezzo Notizie il tuo negozio

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento