Il comitato Acqua Pubblica: “Bisognava rimandare la decisione e far scegliere i consigli comunali”

Il Comitato Acqua Pubblica commenta l’esito della proroga triennale della gestione del servizio idrico a Nuove Acque deliberata dai sindaci

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   12 gennaio 2018 8:20  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo, Casentino, Valdarno, Valdichiana, Valtiberina


Il Comitato Acqua Pubblica commenta l’esito della proroga triennale della gestione del servizio idrico a Nuove Acque deliberata dai sindaci.

Ieri la conferenza dei sindaci dell’Ato 4 si è spaccata in due sulla decisione riguardo la richiesta di proroga della concessione da parte di Nuove Acque – attacca il comitato -. E’ vergognoso che da parte della maggioranza dei sindaci presenti al momento del voto sia stata ostinatamente avversata la proposta ragionevolissima di rimandare questa decisione, anche di un mese o due, dando modo così ai consigli comunali, cioè agli eletti dai cittadini, di pronunciarsi in merito.
Hanno fatto la differenza i sindaci della Valdichiana, con l’eccezione di Lucignano, tutti schierati in difesa dell’illusoria prospettiva di futuri ingenti investimenti senza aumenti delle tariffe.
Purtroppo per i cittadini questo miracoloso scenario non si avvererà come non si è avverato quello paventato 20 anni fa dai sindaci del tempo. Ma allora, come ora, sarà troppo tardi: chi ci doveva guadagnare ci avrà già guadagnato.
Comitato Acqua Pubblica Arezzo

blog comments powered by Disqus