Comitati dei pendolari di Arezzo: "Insoddisfatti per l'accordo sul contratto Regione - Trenitalia"

Secondo i gruppi l'intesa "non risolve la puntualità per i pendolari della linea aretina e i problemi degli inchini all'Alta Velocità"

"I Comitati dei pendolari di Arezzo, del Valdarno e della Valdichiana sono insoddisfatti e delusi per l'accordo sul contratto di servizio Regione-Trenitalia, della durata di ben 15 anni, fino al 2034".

Comincia così la nota stampa diffusa dai componenti dei vari gruppi di pendolari del territorio provinciale. 

"Con i nuovi treni previsti ci saranno dei miglioramenti per gli utenti delle altre linee ferroviarie, soprattutto quelle non elettrificate, e siamo contenti per loro, ma resta ben poco per gli oltre diecimila pendolari della linea aretina - affermano i tre comitati - da quanto ci è stato anticipato, potremo forse sperare in qualche treno Rock fra 2 o 3 anni, e in 6 treni dalla potenzialità di 200 km/h forse dal 2023, ma nuovi treni non significa risolvere la puntualità per i pendolari e i problemi quotidiani degli inchini dei treni regionali per le precedenze alle Frecce e Italo in ingresso sulla Direttissima Firenze-Roma: anzi da metà dicembre i problemi sono destinati a peggiorare, col nuovo orario e con la probabile introduzione di altri treni alta velocità immessi sulla Direttissima Firenze.-Roma". 

I tre comitati ricordano quanto era stato promesso sugli inchini e sui nuovi contratti di servizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nell'estate 2014 il Governatore Rossi dichiarò che non avrebbe firmato alcun contratto con Trenitalia, "finché non sarà garantito che i treni regionali passino avanti all’alta velocità, i pendolari hanno diritto ad arrivare in orario”, ma intanto - concludono i comitati di Arezzo, del Valdarno e della Valdichiana - gli inchini sono continuati e continueranno, e il contratto di servizio è stato firmato prima il 30 luglio 2016 e adesso c'è addirittura l'accordo per un'altro contratto, lunghissimo, fino al 2034, che non ci dà alcuna speranza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Coronavirus, nuovo caso in Valdichiana: si tratta di un minore. Asl al lavoro per ricostruire i contatti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento