Coingas, si cambia. "L'asse della 71" sceglie Filippo Ceccherelli amministratore unico, azzerato il Cda

Rivoluzione Coingas, la partecipata che detiene quote di Estra. Al vertice sale il commercialista aretino Filippo Ceccherelli. Questa mattina la conferenza stampa dell'assessore alle società partecipate Alberto Merelli, che ha rappresentato Arezzo...

 

Rivoluzione Coingas, la partecipata che detiene quote di Estra. Al vertice sale il commercialista aretino Filippo Ceccherelli. Questa mattina la conferenza stampa dell'assessore alle società partecipate Alberto Merelli, che ha rappresentato Arezzo nell'assemblea di oggi, insieme a tutti i sindaci dei comuni aretini che hanno votato a favore. A fianco di Merelli il sindaco Ghinelli, Mario Agnelli di Castiglion Fiorentino, Antonio de Bari di Subbiano e Daniele Bernardini di Bibbiena.

"E' l'asse della statale 71" l'ha definita il primo cittadino di Arezzo "un connubio virtuoso che funziona, lo avevo detto anche in campagna elettorale. Siamo stati eletti da liste civiche che non rispondono ai dettami di partito, alternativi ai governi di centrosinistra."

Ceccherelli sarà amministratore unico, il Cda viene azzerato. La partecipata è stata finora presieduta da Luigi Polli, tra i consiglieri - che figurano ancora nel sito istituzionale - c'erano Stefania Cioci, Michele Boncompagni, Giorgio Kwiatowski e Massimiliano Sestini.

Al momento del voto si sono astenuti gli altri rappresentanti dei comuni presenti.

“E' stata decisa – ha spiegato Ghinelli – la riduzione del numero degli amministratori da 5 a 1 e alla guida dell’azienda è stato nominato amministratore unico Filippo Ceccherelli. Tra l'altro il suo emolumento è inferiore a quello del predecessore, che poteva contare su altri 4 collaboratori (si passa da 35mila a 18mila € per l'amministratore unico nda). Abbiamo una nuova società che costa meno e che avrà maggiori capacità decisionali nelle competenze sue residue. Una scelta virtuosa che viene dai Comuni, non dalla Regione Toscana”.
“Si tratta come noto – aggiunge Merelli – di una società senza personale in carico, per cui ci è sembrato logico abbandonare l’idea di un consiglio di amministrazione composto da 5 soggetti e optare per un amministratore unico. Con la delibera numero 50 dell'aprile del 2015, recependo i dettati della legge di stabilità del 2014, l'amministrazione si è posta il problema di razionalizzare gli indirizzi strategici sulle partecipate. Oggi con l'assemblea dei soci Coingas il messaggio è chiaro: il percorso di razionalizzazione è cominciato. Dall'assemblea è inoltre emerso che l'amministratore deve elaborare una serie di proposte da fornire alla prossima assemblea di Coingas di metà ottobre in cui sarà deciso il futuro dell'azienda, che potrà restare un comitato di voto dei Comuni aretini in Estra oppure procedere alla sua fusione o al suo scioglimento. La partita di Coingas all'interno di Estra è quella di rappresentare il territorio nel suo intero, per cui sarà compito del nuovo amministratore interagire con esso”.

foto Ceccherelli da facebook

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento