Una seconda cisterna a Poggio Cuculo. Il comitato acqua pubblica: "Una carota per ingolosire Ghinelli"

Il piano del Comune: convenzione rinnovata con Nuove Acque, investimenti per un serbatoio bis e per la ristrutturazione del cisternone al Prato. Ma il fronte del "no alla privatizzazione del servizio idrico" è già all'attacco

C'è una cisterna che si trova in Fortezza e che è la riserva idrica della città. Una cisterna tanto preziosa quanto usurata dal tempo. Non a caso l'amministrazione comunale sta cercando da mesi una soluzione che garantisca agli aretini l'approvvigionamento idrico ma anche i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza del loro serbatoio più importante. Una via d'uscita al problema adesso sembra delinearsi: realizzare una seconda cisterna, più piccola, a Poggio Cuculo. Il nuovo impianto verrebbe realizzato grazie agli investimenti di Nuove Acque, a cui il Comune di Arezzo ha prolungato la concessione dal 2024 al 2027.

Non si tratterebbe di una svolta definitiva, perché l'obiettivo vero è rimuovere la cisterna dalla Fortezza e spostarla altrove, in modo da utilizzare gli spazi in cima alla città per eventi turistici a tutto tondo, sull'onda lunga delle attrazioni di Natale e del Mengo Music Festival. Ma per il momento Poggio Cuculo consentirebbe di assicurare acqua alla popolazione e, contemporaneamente, mettere mano al cosiddetto cisternone da 10.000 mc del Prato. Il Comune vorrebbe dare il via al progetto nel giro di un anno e portarlo a conclusione nel 2025

Il problema è che sulla questione acqua c'è una querelle politica aperta da anni, da quando il popolo votò, tramite referendum, contro la privatizzazione del servizio. E infatti il comitato acqua pubblica di Arezzo ha subito preso una posizione ferma e chiara: "Al sindaco ha fatto gola la carota offerta da Nuove Acque di realizzare un serbatoio complementare a Poggio Cuculo da 4.000 mc di riserva d'acqua. Del resto le carote di Nuove Acque hanno sempre addolcito i primi cittadini e come poteva sottrarsi l'apparentemente riottoso inquilino di palazzo Cavallo? Da notare che per la nuova cisterna saranno impiegati 2 dei 150 milioni di euro che Nuove Acque incasserà dalle bollette degli utenti aretini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Buoni postali fruttiferi, risparmiatore ottiene 9mila euro in più di interessi. Il caso spiegato dall'avvocato Bufalini

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

  • Mamma e figlia di 3 anni inseguite e minacciate per via di un parcheggio: "Siamo dovute correre dentro l'asilo"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento