Una seconda cisterna a Poggio Cuculo. Il comitato acqua pubblica: "Una carota per ingolosire Ghinelli"

Il piano del Comune: convenzione rinnovata con Nuove Acque, investimenti per un serbatoio bis e per la ristrutturazione del cisternone al Prato. Ma il fronte del "no alla privatizzazione del servizio idrico" è già all'attacco

C'è una cisterna che si trova in Fortezza e che è la riserva idrica della città. Una cisterna tanto preziosa quanto usurata dal tempo. Non a caso l'amministrazione comunale sta cercando da mesi una soluzione che garantisca agli aretini l'approvvigionamento idrico ma anche i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza del loro serbatoio più importante. Una via d'uscita al problema adesso sembra delinearsi: realizzare una seconda cisterna, più piccola, a Poggio Cuculo. Il nuovo impianto verrebbe realizzato grazie agli investimenti di Nuove Acque, a cui il Comune di Arezzo ha prolungato la concessione dal 2024 al 2027.

Non si tratterebbe di una svolta definitiva, perché l'obiettivo vero è rimuovere la cisterna dalla Fortezza e spostarla altrove, in modo da utilizzare gli spazi in cima alla città per eventi turistici a tutto tondo, sull'onda lunga delle attrazioni di Natale e del Mengo Music Festival. Ma per il momento Poggio Cuculo consentirebbe di assicurare acqua alla popolazione e, contemporaneamente, mettere mano al cosiddetto cisternone da 10.000 mc del Prato. Il Comune vorrebbe dare il via al progetto nel giro di un anno e portarlo a conclusione nel 2025

Il problema è che sulla questione acqua c'è una querelle politica aperta da anni, da quando il popolo votò, tramite referendum, contro la privatizzazione del servizio. E infatti il comitato acqua pubblica di Arezzo ha subito preso una posizione ferma e chiara: "Al sindaco ha fatto gola la carota offerta da Nuove Acque di realizzare un serbatoio complementare a Poggio Cuculo da 4.000 mc di riserva d'acqua. Del resto le carote di Nuove Acque hanno sempre addolcito i primi cittadini e come poteva sottrarsi l'apparentemente riottoso inquilino di palazzo Cavallo? Da notare che per la nuova cisterna saranno impiegati 2 dei 150 milioni di euro che Nuove Acque incasserà dalle bollette degli utenti aretini".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Ambulante scopre e tenta di fermare un ladro: aggredito a pugni in faccia. Malvivente arrestato

  • Coronavirus, in Toscana 19 nuovi contagi in un giorno: 11 appartengono ad un unico cluster

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento