Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ghinelli firma l'ordinanza: "Il 25 aprile e il 1° maggio tutto chiuso. No all'asporto"

Il sindaco durante il consueto appuntamento pomeridiano ha annunciato che l'asporto non sarà consentito durante le due festività. Il mercato settimanale non si terrà nemmeno per la parte alimentare

 

Il sindaco Alessandro Ghinelli ha annunciato durante il consueto appuntamento pomeridiano legato agli aggiornamenti sul Coronavirus di aver firmato l'ordinanza di chiusura di tutte le attività, ad eccezione di edicole, farmacie e parafarmacie, per il 25 aprile e il 1° maggio. 

"Ho appena firmato l'ordinanza che prevede la chiusura totale per il 25 aprile e il 1° maggio, come già avvenuto per i giorni di Pasqua e Pasquetta, di tutte le attività commerciali in città, comprese quelle tramite distribuzione automatizzata di beni, con la sola deroga a favore di edicole, farmacie e parafarmacie. È fatta salva, nel rispetto della vigente legislazione emergenziale, la sola vendita a domicilio di cibo esclusivamente mediante la prenotazione online o telefonica e non presso l'esercizio commerciale. Su questa si inserisce l'ordinanza del presidente della Regione Toscana che stabilisce che da venerdì 24 aprile è consentita la vendita di cibo da asporto. Questo non sarà consentito nel comune di Arezzo nei giorni del 25 aprile e 1° maggio. In queste due giornate vogliamo evitare che la gente esca di casa. Ricordo che sabato 25 aprile il mercato non si terrà, nemmeno per la parte alimentare".

I controlli della Polizia Municipale

"Sono state controllate 140 persone, che hanno presentato 132 autocertificazioni. Dieci di queste sono risultate fuori regola e sanzionate. A queste se ne è aggiunta un'altra per mancanza di mascherina non giustificata. Salgono così a 203 le multe elevate da inizio dell'epidemia e 4199 le persone controllate. Il drone ha sorvolato le zone del Pionta, Campo di Marte, Tortaia e Meridiana. Controllate sei attività commerciali e cinque autobus. Inoltre gli agenti sono intervenuti al Pionta dove sono stati identificati e  sanzionati dei soggetti che erano intenti ad attività illecite".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento