Cena di solidarietà dei macellai toscani: ad Arezzo raccolti 12mila 500 euro per i terremotati

Novemila euro l’incasso della serata alla quale hanno partecipato 550 persone, da sommare ai circa 3.500 euro derivanti dalla sottoscrizione interna all’Associazione Macellai Aretina. Un totale di 12.500 euro che sarà interamente devoluto a sostegno della ricostruzione nelle zone colpite dal sisma dell’agosto scorso. Il presidente di Federcarni-Confcommercio Toscana Alberto Rossi: “un piccolo segno tangibile della nostra solidarietà”.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   26 settembre 2016 16:45  |  Pubblicato in Attualità, Cultura, eventi e spettacolo, Arezzo


Dodicimilacinquecento euro. È questo il bilancio complessivo delle iniziative di beneficenza organizzate dai macellai toscani di Federcarni-Confcommercio a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto dell’agosto scorso. Novemila euro sono stati raccolti ieri (domenica 25 settembre 2016) alla grande cena che si è tenuta ad Arezzo, alla quale hanno preso parte  550 persone; circa 3.500 euro provengono invece dalla sottoscrizione interna all’Associazione Macellai Aretina. In totale, 12milacinquecento euro che saranno interamente devoluti per i progetti di ricostruzione dei centri del reatino distrutti dal sisma.

“La nostra intenzione, anche su suggerimento del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli e del presidente della Confcommercio di Rieti, è di affidare direttamente l’incasso nelle mani del sindaco di Amatrice o di Accumoli, affinché lo utilizzi per un’opera di pubblica utilità”, anticipa il presidente di Federcarni-Confcommercio Toscana Alberto Rossi.


Molto bello il colpo d’occhio della serata, con i tavoli apparecchiati per strada nella parte alta del centro storico, fra il Comune e l’antica cattedrale. Tra i commensali anche la presidente di Confcommercio Toscana Anna Lapini con il direttore generale Franco Marinoni, il presidente della Confcommercio di Rieti Leonardo Tosti e il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli. Dietro agli stand del buffet, i macellai arrivati da tutta la Toscana. “Ringrazio i colleghi che si sono dati da fare perché tutto fosse perfetto”, sottolinea il presidente dei macellai toscani, “l’unità della nostra categoria, sempre pronta a mobilitarsi per una buona causa, è motivo personale di orgoglio. Impegnarci per il sociale, in fondo, è un modo per restituire alla gente un po’ del sostegno e dell’affetto che riceviamo ogni giorno dai nostri clienti”.

“Sappiamo che quanto abbiamo raccolto è poca cosa di fronte alle enormi necessità di quelle zone così duramente ferite, ma è pur sempre un segno tangibile della nostra solidarietà”, prosegue Rossi, “ringraziamo di cuore quanti ci hanno aiutato a raggiungere questo risultato: le persone che hanno partecipato alla serata trasformando una raccolta fondi in un momento di convivialità e condivisione, le autorità che ci hanno sostenuto, a partire dal sindaco di Arezzo e dall’Arcivescovo per averci offerto una splendida location per la nostra tavolata: il maestro Enzo Scartoni per aver animato l’evento con la sua musica. Infine ringrazio anche la stampa, per averci aiutato a promuovere al pubblico l’iniziativa”.

 

blog comments powered by Disqus