"C'è sete di Vangelo. Aretini in cammino per fare bene la propria parte di cristiani". Il messaggio pasquale dell'arcivescovo Fontana

Accoglienza verso il prossimo. Speranza, dialogo e fede. Sono i punti centrali sui quali si è basata l'omelia pasquale dell'arcivescovo Riccardo Fontana nella messa che ha celebrato questa mattina all'interno della cattedrale. "Interroghiamoci -...

Campanile-Duomo-Arezzo

Accoglienza verso il prossimo. Speranza, dialogo e fede.

Sono i punti centrali sui quali si è basata l'omelia pasquale dell'arcivescovo Riccardo Fontana nella messa che ha celebrato questa mattina all'interno della cattedrale.

"Interroghiamoci - ha sottolineato monsignore - su come incontrare tutta la gente di questa città. Non solo gli aretini ma anche coloro che sono venuti da altrove e perseguire insieme il dialogo della speranza. A tutti vogliamo portare il Vangelo e non l'ostilità e la paura".

Immancabili i riferimenti all'apertura del sinodo che, a partire dalla prossima domenica, avrà il compito di riflettere sulla chiesa aretina oggi e sulle modalità attraverso le quale continuare a portare in giro tra la gente il messaggio cristiano.

"Domenica prossima - ha sottolineato l'arcivescovo - dopo 83 anni, 500 delegati della chiesa aretina andranno a sinodo. Vogliamo ritrovare il verso della missione. Siamo una chiesa che con letizia guarda al futuro consapevole della presenza di Gesù in mezzo a noi con la parola di Dio, con i sacramenti, e con la carità. Crediamo che sia profezia ricevere la dimensione del servizio e ritrovare nella molteplicità i modi in cui esprimerlo i ruoli di ciascuno. Penso al matrimonio. Cari coniougia vete un bel compito La famiglia cristiana è una meraviglia è alternativa al peccato che va in giro da una parte all'altra e lascia donne ferite e uomini insicuri. Penso sì all'ordine sacro. Il signore ci sta benedicendo il seminario si va riempiendo ancora. Lo sapete che un sacco di giovani aretini hanno scelto di avviarsi al ministero? Ma ci sono tanti servizi vicino alla gente e di cui la gente ha ancora più bisogno. Il servizio di prossimità, l'attenzione a quanti hanno la vocazione all'insegnamento. Cari professori, cari maestri quanto vi impegnate nel servizio della guida, dell'illuminazione della generazione dei più giovani. E così via. L'impegno sociale. Il servizio per il bene comune. I nomi che il sinodo dovrà precisare e proporre innanzitutto a sé stessi ma anche a tutto il resto della comunità i vari modi di rispondere con una parola irrinunciabile: concretezza. Non con parole ma con fatti. Sant'Antonio di Padova in un'altra celebre omelia recita: "tacciano le parole e parlino i fatti" così il francescanesimo è entrato nel cuore di tutti. Prima i fatti poi le parole. Per riportare fratellanza, per riportare attenzione alle povertà che affliggono anche la nostra città in maniera molto consistente. E pensare ad ogni giovane che ci cresce accanto. E pensare a come aiutare tutti. Tra i modi di essere di questa bellissima, antica città, un certo numero di cristiani si guardano sempre indietro e vorrebbero che non cambiasse nulla della tradizione conosciuta. Ma il mondo è cambiato e anche il modo di essere santi oggi è cambiato. Dobbiamo formare la gente, dobbiamo formare l'interiorità della gente alla luce della parola di Dio. C'è un altro novero di persone, un consistente numero, che forse si aspettando da noi di vedere il Vangelo messo in pratica. E nel frattempo si dichiarano indifferenti, contrari o semplicemente non interessati alla proposta della comunità cattolica. Ma siete sicuri che non hanno la fede? Forse cercano altri modi di esprimerla. La comunità di Calmaldoli altri punti di aggregazione che ci sono da noi alternativi hanno capito che forse c'è sete di Vangelo. Poi c'è un consistente numero delle 246 parrocchie della nostra chiesa locale che si è già messa in cammino per fare bene la propria parte di cristiani e che vuole avvicinare tutti e dialogare con tutti, quelli timorosi del nuovo, quelli sfiduciati, quelli venuti da lontano e che cercano in questa antica chiesa di San Donato il dono della fede".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Una tempesta ferma due treni, sfonda finestrini e ferisce i passeggeri. Maxi esercitazione in provincia di Arezzo

  • Incidente lungo la Regionale 71. Due giovani ferite

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Caos alla stazione: studente di 15 anni pestato finisce in ospedale

  • Runner 45enne in arresto cardiaco, ragazza in bici si ferma e gli fa il massaggio al cuore: salvato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento