Castiglion Fiorentino, le misure contro i writer del centro

La questione della “sicurezza urbana” impone sempre più attenzione da parte delle amministrazioni locali interviene l’Amministrazione Comunale di Castiglion Fiorentino ha fatto sin dal suo insediamento. “Abbiamo deciso fin da subito di...

La questione della “sicurezza urbana” impone sempre più attenzione da parte delle amministrazioni locali interviene l’Amministrazione Comunale di Castiglion Fiorentino ha fatto sin dal suo insediamento.

“Abbiamo deciso fin da subito di destinare la totalità delle nostre risorse derivanti dalle sanzioni alla sicurezza partendo dal ripristino e dall'efficientamento del sistema di videosorveglianza” sostiene l'assessore alla Pubblica Sicurezza Devis Milighetti. Ad oggi oltre 30 telecamere sono attive nel territorio castiglionese e possono essere visualizzate sia da parte delle Forze dell’Ordine locali, Polizia Municipale e Carabinieri. La Polizia Municipale è, inoltre, in grado di poter visualizzare anche dai propri veicoli, attraverso degli appositi tablets, le immagini delle telecamere. “Speriamo che tale scelta possa permettere e limitare, soprattutto nel centro storico, i problemi sia di ‘writers’ che imbrattano i muri che di decoro urbano. Su questo saremo intransigenti e credo che sia giunto il momento di utilizzare tutte le leve che la legge ci consente per garantire il decoro e il rispetto del nostro paese” prosegue Milighetti. Nei prossimi mesi è previsto un importante potenziamento del circuito di video sorveglianza che interesserà le zone di Porta Romana (Sant'Agostino e fuori porta), Boscatello, Viale Mazzini, supermercato Coop nei pressi della “Casa dell'Acqua” e il Parco dei Pini.

Per il prossimo anno, sono al vaglio dell’Amministrazione Comunale nuove soluzioni. Per il momento, in accordo e grazie alla disponibilità della Polizia Municipale locale è stata predisposta una turnazione saltuaria anche del servizio notturno in modo da poter garantire una presenza minima sul territorio e incentiveremo, con degli incontri sul territorio rivolti soprattutto ai pensionati, dei progetti di coinvolgimento attivo dei cittadini per la sicurezza e il decoro urbano (attraverso dei volontari civici o la presa in carico di spazi pubblici da parte di comitati di cittadini oltre che incentivando una vigilanza dei singoli negli spazi privati).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Lieve scossa di terremoto ad Arezzo: epicentro nella zona di Olmo

  • Schianto auto-moto tra Pieve al Toppo e San Zeno: grave 43enne. Strada temporaneamente chiusa

  • Travolto in piazza Guido Monaco mentre attraversa la strada

  • Precipita per quattro metri nel vuoto: ferito un 60enne

  • "Mio figlio ucciso da una leucemia, oggi curabile: per questo ho fatto testamento per la ricerca"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento