"Un progetto inutile con gli altri Comuni della Valdichiana"

Il sindaco di Castiglion Fiorentino Mario Agnelli prende di mira il “Piano di sviluppo della Cultura” per i “Musei di qualità al servizio dei visitatori e delle comunità locali”

"I propositi erano interessanti, ma è di tutta evidenza che i risultati non si sono visti". Attacca così una nota del Comune di Castiglion Fiorentino.

Creare un “Piano di sviluppo della Cultura” per i  “Musei di qualità al servizio dei visitatori e delle comunità locali”. Un progetto che aveva visto il consenso dei comuni di Cortona, Foiano Lucignano, Marciano, Monte San Savino, Civitella e Castiglion Fiorentino per la gestione, appunto, della rete museale della Valdichiana individuando quale Comune capofila il Comune di Cortona. Purtroppo dal 2015, anno della firma del protocollo d'intesa, ad oggi nessun visitatore “proveniente” da questa iniziativa ha varcato la soglia del Sistema Museale Castiglionese. “Un progetto non riuscito” secondo il sindaco Mario Agnelli, che in questa legislatura ha la delega anche al turismo. “Dopo protocolli, intese e accordi che hanno coinvolto i comuni della Valdichiana, durante l’ultimo quinquennio, credo che sia opportuno anche fare dei bilanci, positivi o negativi che essi siano. Uno di questi riguarda il progetto per il collegamento della Rete Museale della Valdichiana che ad oggi non ha prodotto un benché minimo risultato. Mi riferisco all’accordo sottoscritto il 20 dicembre 2014 quando veniva approvata la convenzione tra i 7 comuni della Valdichiana aretina che doveva favorire lo scambio di visitatori tra i nostri Musei. In pratica chi visitava un Museo dei 7 convenzionati  poteva contare su di una particolare scontistica per  gli altri musei convenzionati. Per coerenza a Castiglion Fiorentino registriamo che non è arrivato nessuno con in mano questo ‘speciale pass’.  D'altro canto non crediamo di esagerare nel dire che il nostro Sistema Museale Castiglionese oggi vive di luce propria e attira sempre più visitatori, grazie anche alle scelte forti che sono state fatte  rendendo fruibile a tutti il nostro patrimonio storico-artistico e culturale senza il pagamento del biglietto d’ingresso.  La nostra consapevolezza rimane quella di guardare al futuro con nuovi percorsi e progetti utili alla promozione turistica e culturale della città” conclude il sindaco Mario Agnelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesta stagione 4 Ristoranti: ecco quando andrà in onda la puntata girata ad Arezzo

  • Dramma sulle piste da sci. Imprenditore aretino perde la vita

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trasporto eccezionale perde lastre di cemento in curva. Chiuso lo svincolo al ponte dell'ex Lebole

  • Tre lavoratori "in nero": chiuso ristorante. Un familiare precepiva il reddito di cittadinanza

  • Aereo dirottato. Pupo bloccato a New York: "Spero di arrivare in tempo per il GfVip"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento