Castel Focognano, giro di vite sul decoro urbano. Multe fino a 500 euro ai proprietari che non raccolgono le deiezioni dei propri cani

Prosegue l’azione dell’Amministrazione di Castel Focognano per tutelare il decoro del paese. Questa volta il sindaco Massimiliano Sestini, dopo aver ricevuto molte segnalazioni da parte di cittadini, ha emesso un’ordinanza che richiama al codice...

raccogliere-deiezioni-parco

Prosegue l’azione dell’Amministrazione di Castel Focognano per tutelare il decoro del paese. Questa volta il sindaco Massimiliano Sestini, dopo aver ricevuto molte segnalazioni da parte di cittadini, ha emesso un’ordinanza che richiama al codice di comportamento dei proprietari dei cani nei luoghi aperti come giardini e parchi pubblici. Il provvedimento rimanda alle normative esistenti per rafforzarne alcuni concetti, “Legati soprattutto – dice Sestini – al senso civico ed al rispetto degli altri, negli spazi che sono a disposizione di tutti come giardini pubblici, parchi giochi, e non ultima la pista ciclopedonale che è sempre molto frequentata”. Non ci sarebbe nemmeno bisogno di ricordare quello che oggi il Sindaco ordina: utilizzare il guinzaglio per le passeggiate, portare con sé il necessario per rimuovere le deiezioni, sorvegliare i comportamenti dell’animale in modo da non arrecare disturbo o danno agli altri.

L’ordinanza si spinge a suggerire comportamenti più idonei anche nel rapporto quotidiano fra il cane ed il proprio padrone: “E’ buona norma”, soggiunge il primo cittadino, “Prima di prendere un cane assumere le informazioni necessarie sul carattere dell’animale e sulle caratteristiche etologiche, affidarlo a chi lo cura realmente con amore e non come un soprammobile, tenere sempre conto delle esigenze di convivenza delle persone e degli altri animali”. Ad eccezione delle categorie esentate dall’ordinanza, per esempio i cani-guida per i non vedenti o quelli delle Forze Armate, di Polizia e Protezione Civile impiegati in servizio, l’ordinanza dispone una sanzione amministrativa a chi la viola che va da un minimo di 25 euro fino a un massimo di 500 euro, incaricando le forze di Polizia Stradale a far rispettare il contenuto del provvedimento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Si è spento nella notte il piccolo Thomas Gorini di Stia

  • Cronaca

    Riaprono le scuole, mezzi antighiaccio sulle strade. Codice giallo fino a mezzanotte

  • Cronaca

    Un po' di neve ad Arezzo, di più in provincia: fino a 30 centimetri sui valichi. Traffico ok

  • Calcio

    Campo pesante ma senza neve. Arezzo-Pisa si gioca regolarmente

I più letti della settimana

  • Le scuole del comune di Arezzo restano chiuse per l'allerta neve

  • "Correte il cuore del babbo non batte più". Ventenne salva la vita al padre

  • I meteorologi: "Alte possibilità di neve ad Arezzo", la mappa con i centimetri attesi. Il Comune: "Siamo pronti"

  • Nuova allerta meteo: codice giallo per neve e ghiaccio nell'Aretino

  • Allerta neve: l'elenco delle scuole chiuse in provincia. Treni e raccolta rifiuti: possibili disservizi

  • Calcio, tutte le classifiche dei campionati dalla serie C alla Seconda categoria

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento