Cannabinoidi, eroina e cocaina: nuovi tossicodipendenti ad Arezzo, anche a 14 anni. I consigli del Ser.T.

Il momento più delicato è nel passaggio dalla terza media alle superiori, dove c'è un contesto più allargato e meno controllato, dove si matura il passaggio vero all'età adolescenziale, con tutte le conseguenze del caso. Proprio in questa fascia...

marco-becattini-2

Il momento più delicato è nel passaggio dalla terza media alle superiori, dove c'è un contesto più allargato e meno controllato, dove si matura il passaggio vero all'età adolescenziale, con tutte le conseguenze del caso. Proprio in questa fascia di età c'è adesso un numero maggiore di ragazzi che iniziano a fare uso di droghe. Ad Arezzo è in forte crescita il dramma della tossicodipendenza tra i più giovani . Tra coloro che arrivano al Sert di via Fonte Veneziana e quelli che sia aggirano fuori è evidente che l'uso di droghe anche pesanti è fortemente aumentato e coinvolge fasce più ampie della popolazione, dai 14 anni circa fino a 50enni e 60enni.

La situazione è quella di un fenomeno importante e complesso che investe giovanissimi, ma anche persone che vanno più in la con l'età che non hanno risolto nel tempo il loro comportamento di uso e di abuso delle sostanze. Molto spesso si pensa che la sostanza domini la mente e il soggetto e questo è vero nelle fasi iniziali dell'uso, ma in realtà quello che allontana queste persone dai gruppi, dalle famiglie, dallo sport, è una sensazione di diversità, di solitudine, di incapacità di conciliarsi con gli altri.

Il simbolo di questo dramma è proprio il ragazzo nemmeno maggiorenne che ha scavato nella fioriera del Palazzo d'oro per trovare la sua dose ed iniettarsela in vena. Già perché accanto alla grande diffusione dei cannabinoidi c'è un prepotente ritorno dell'eroina insieme alla massiccia presenza della cocaina.

A spiegarci tutto in una lunga intervista che potete ascoltare in forma integrale nel video di copertina, è il responsabile del Ser.T. di Arezzo della Asl Toscana Sud Est Marco Becattini,

"I segnali del disagio di solito sono chiari, noi facciamo appello alle famiglie ad informarsi in maniera totalmente anonima presso di noi, possono chiamare e venire a trovarci, per avere le indicazioni utili per capire se deve scattare o meno un campanello d'allarme per i loro figli. Come nel caso del Palazzo d'oro, si denota la presenza di disagio, di solitudine nel ragazzo, segnali ai quali di solito si sommano, un comportamento più chiuso dei ragazzi, sempre pronti allo scontro con i genitori. Con loro i genitori devono aprire un dialogo, è fondamentale per riuscire a superare la tossicodipendenza.

E se l'uso di droghe nei più giovani è in crescita, sono proprio i giovani che arrivano entro un periodo più breve alle cure del Ser.T.:

"Un comportamento complesso quello che lega le persone alle sostanze che percorre diversi anni è da attendersi che arrivino ai servizi della gravosità dell'uso, loro e le loro famiglie, sarebbe molto importante arrivare presto invece. Una volta arrivavano dopo 10 anni, adesso invece sta aumentando il numero di ragazzi giovani che si rivolgono al Ser.T., le loro famiglie forse prendono coscienza prima.

Quali droghe si usano di più ad Arezzo?

La più diffusa è quella dei cannabinoidi, ma sfortunatamente rientrano l'eroina che ha un bassissimo costo ed una diffusione vastissima, e la cocaina. Il mercato ha reagito al controllo delle piazze che c'era stato alla fine degli anni 2000, e quindi alla perdita di valore dell'eroina immettendo in maniera grossolana la cocaina che è una sostanza estremamente pericolosa che falsamente e sbagliando si crede che non in grado di dare dipendenza, invece dà dei quadri di dipendenza e di sofferenza mentale molo tomo gravi.

Gli altri articoli:

- Siringhe nelle fioriere al Palazzo d’oro e dosi sotterrate. Il racconto: “Ho visto un ragazzino scavare”

- La tossicodipendenza ad Arezzo. 170 nuovi casi al Sert, Becattini: “Fenomeno in crescita”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Dramma nella notte, morto Gabriele Frosini: malore fatale

  • E' morto Beppe Bigazzi, noto volto de La Prova del Cuoco

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Baby inventori aretini portano il futuro in ogni casa. Il vecchio impianto elettrico? Diventa domotico

  • Scontro tra un furgone e una motocicletta: terribile schianto in via Aretina

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento