A caccia di tane per la sicurezza degli argini: Consorzio di Bonifica al lavoro

Fabrizio Salvadori è uno degli operai del Consorzio al lavoro per garantire la difesa del suolo. Sul torrente Mucchia a Cortona è necessario riparare i danni agli argini provocati dalle nutrie

Il lavoro del Consorzio 2 Alto Valdarno non si ferma. Fabrizio Salvadori è uno degli operai consortili rimasto in servizio per assicurare che la manutenzione dei corsi d’acqua non si interrompa. In questi giorni è impegnato sul torrente Mucchia, in località Monsigliolo, nel comune di Cortona.

Come ha già fatto tante altre volte, deve chiudere i cunicoli scavati dalle nutrie: lunghe e profonde gallerie che indeboliscono gli argini e quindi contribuiscono ad aumentare il rischio idraulico in un territorio funestato dalla presenza di tane e cavità. A complicare il lavoro degli operai anche le restrizioni previste in materia di sicurezza e prevenzione dettate dalla diffusione del Covid-19. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si lavora solo con maggiore attenzione, nel rispetto delle regole fissate dal Consorzio per coniugare l’operatività  con la sicurezza dei lavoratori”, commenta. “Ogni operaio ha a disposizione un mezzo assegnato e lavora in modo autonomo, senza entrare in contatto con i colleghi e, per ragioni di sicurezza, con il supporto del dispositivo “uomo a terra”: lo strumento, in caso di necessità, consente di localizzare con esattezza la posizione di chi è in difficoltà e di attivare i necessari soccorsi”.+

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Alla Chiassa non passa più nessuno". Punta la pistola in strada e si filma, ma arriva la Polizia: denunciato

  • Coronavirus, Ghinelli: "Uscite a fare la spesa? Tenete lo scontrino"

  • Covid-19: sette nuovi casi nell'Aretino di cui tre in città. Il bollettino della Asl

  • Medico chirurgo positivo al Covid-19 ricoverato al San Donato

  • E' morta una maestra elementare contagiata da Coronavirus

  • Il messaggio ai suoi 500 dipendenti: "Riguardatevi, torneremo". E' la prima cassa integrazione della Lem in 46 anni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento