Aumentano le malattie cardiocircolatorie in Valtiberina

Campagna di ascolto e confronto voluta dalla Asl con professionisti, cooperative e associazioni. Ecco cosa è emerso

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   20 aprile 2017 15:07  |  Pubblicato in Attualità, Valtiberina


Confrontarsi nel territorio per il territorio: è quanto previsto da “Tessere i territori” che ieri ha fatto tappa ad Anghiari. Un incontro tra i professionisti della Asl Toscana sud est, i sindaci e  le associazioni per  individuare i punti critici e le eventuali soluzioni, mettendo in rete tutti i soggetti e facendo un quadro dello stato di salute della vallata.

Buona l’aspettativa di vita in Valtiberina: oltre gli 86 anni per le donne, 80 per gli uomini; per le malattie oncologiche il dato è inferiore alla media regionale, fatta eccezione per il tumore allo stomaco che è in aumento. Aumentano anche le malattie dell’apparato cardiocircolatorio e cerebrovascolari, ma il tasso di mortalità è in discesa. In generale lo stato di salute è buono, grazie anche agli indicatori socio-economici che caratterizzano il territorio. Il tasso di disoccupazione è infatti tra i più bassi della Toscana.


“Questi appuntamenti nei distretti sono necessari per ricostruire le relazioni tra l’Azienda e il territorio – ha spiegato Enrico Desideri, direttore generale Asl Toscana sud est – Una visione partecipata consente di arrivare ad una sintesi più completa dei bisogni per poter dare la miglior risposta. Dobbiamo garantire  che ci siano le stesse opportunità di salute per tutti, sia per chi abita in città sia per chi abita nelle zone più isolate. E anche i piccoli ospedali devono assicurare qualità nelle prestazioni e nei servizi. Questo sarà sempre più vero con le reti integrate e strutturate”.

Dopo le relazioni della mattina, nel pomeriggio si sono riuniti alcuni gruppi di lavoro che si sono confrontati su temi quali l’integrazione tra ospedale e territorio e l’assistenza al paziente fragile nelle aree interne disagiate. Contemporaneamente, i sindaci riuniti in conferenza hanno dimostrato di conoscere il territorio e i suoi bisogni. Insieme all’azienda hanno analizzato i punti di forza e le criticità sulle quali lavorare insieme. Un percorso condiviso che porterà a far fronte alle necessità della Valtiberina con i suoi 30330 abitanti.

Nella vallata 22 medici di medicina generale e di continuità assistenziale garantiscono un’assistenza sanitaria al cittadino per 24 ore al giorno tutto l’anno. In una logica dove ospedale e territorio si integrano per dare la miglior risposta al cittadino, il medico di famiglia svolge il suo ruolo di garante della salute essendo in continuo contatto con gli specialisti dell’ospedale.

blog comments powered by Disqus