Ato Toscana Sud a Sei Toscana: “Ripristinare il servizio adesso”, Valdichiana e Arezzo in attesa

Disservizi nella raccolta rifiuti – programmazione servizi di raccolta

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   9 agosto 2018 17:51  |  Pubblicato in Attualità, Arezzo, Valdichiana

Articoli correlati



Il servizio può essere ripristinato sulla base dei dei piani di riorganizzazione approvati dall’assemblea dei sindaci di Ato.

Su questo aspetto fonda l’imperativo dell’autorità della Toscana del sud che quest’oggi, ha nuovamente preso carta e penna e scritto una nuova lettera di sollecito a Sei per sollecitare un ripristino degli standard consueti di servizio.

Il direttore della Ato Toscana Sud, Paolo Diprima, ha voluto nuovamente porre l’accento sulla necessità di ristabilire una condizione di normalità per quello che concerne l’aspetto di raccolta rifiuti e spazzamento strade. Dopo l’annuncio dei mancati rinnovi ad oltre 200 dipendenti a termine Sei Toscana, gestore del servizio in tutte le province del sud della regione, ha subito più di un attacco frontale da parte di alcune municipalità che si trovano costrette a fronteggiare una situazione di forte disagio.

Tra questi ce ne sono numerosi dell’Aretino.

“Nel seguire costantemente lo stato del servizio di raccolta rifiuti in tutti i Comuni di Ato Toscana Su – sottolinea Paolo Diprima – raccogliendo le rimostranze per i disservizi pervenute in questi giorni da parte di numerose Amministrazioni comunali, l’Autorità ha oggi nuovamente sollecitato il gestore Sei Toscana ad un pieno ripristino degli standard di servizio in tutto il territorio, con particolare riferimento alle situazioni che le sono state formalmente segnalate come di particolare criticità nei comuni di Cortona, Castiglion Fiorentino, Lucignano, Asciano, Marciano della Chiana, Montepulciano, Foiano, Rapolano Terme, Arezzo, Chianciano, Gavorrano. Con l’occasione, nel condividere l’esigenza di affrontare le criticità emerse sul fronte della forza lavoro con una politica del personale strutturata e strutturale in una prospettiva di medio termine, l’autorità ha precisato al gestore che la programmazione dei servizi di raccolta può già essere adeguatamente condotta sulla base dei piani di riorganizzazione dei servizi che da tempo sono stati approvati dall’assemblea dei sindaci di ATO Toscana Sud per quasi tutte (13 su 17) le aree territoriali dell’Ambito (AOR) e che costituiscono espressamente componenti del Piano d’Ambito. In particolare i Comuni interessati in questi giorni dalle maggiori criticità nei livelli di servizio rientrano tutti in AOR per le quali i Piani di riorganizzazione dei Servizi sono stati già approvati”.

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus