Asp Fossombroni, parenti degli ospiti contro le modifiche allo Statuto: "Pronti ad un esposto alla Corte dei Conti"

La preoccupazione dei familiari riguarda il possibile cambio del direttore e l'aggravio dei costi nel bilancio dell'ente

Il comitato dei familiari degli ospiti della ex Casa Pia, la storica casa di riposo pubblica nel Comune di Arezzo, è fortemente preoccupato per le possibili conseguenze relative alle modifiche dello statuto che arriveranno domani in consiglio comunale. Tanto che hanno tradotto queste preoccupazioni in una nota pubblica:

“Siamo assolutamente contrari alle modifiche relative allo statuto della Casa di Riposo V. Fossombroni ex Casa Pia" spiegano i parenti degli ospiti "poiché le modifiche del suddetto statuto andrebbero ad intaccare le procedure di nomina del direttore."

“Accettare la nomina di un Direttore che non abbia specifiche competenze e comprovate esperienze nel settore socio sanitario in Rsa equivale a dire che chiunque può essere nominato a capo di qualsiasi struttura, in barba alla professionalità necessaria per svolgere un così delicato ruolo”, proseguono i rappresentanti del Comitato.

Ulteriore preoccupazione, non da trascurare, è quella relativa all'aspetto economico: “Chi pagherà gli oneri economici di questa figura? Il nostro timore è che ne facciano le spese i parenti e gli ospiti della struttura, su cui graverebbe un non trascurabile aumento di retta. Questo non lo possiamo permettere”.

Con queste parole il Comitato  dei parenti degli ospiti della Fossombroni ex Casa Pia fanno appello alle Istituzioni aretine e alla Comunità tutta affinché coloro che si approcciano all'ultima fase della propria esistenza vengano trattati con il rispetto che meritano, e non come conti correnti a cui attingere senza tregua. E con loro le famiglie che con amore e dedizione partecipano attivamente alla vita di una casa di cura che negli ultimi anni ha brillato per attività ed eventi a sfondo sociale plaudite da tutte le parti politiche.

Infine il comitato mette in evidenza un altro aspetto: "La presenza nel Consiglio di Amministrazione della Casa Pia di chi in famiglia è già proprietario di un’altra RSA e cioé Villa Fiorita."

Nella lettera il comitato dei parenti annuncia che alla luce dei fatti "si riserva di inviare un esposto alla Corte dei Conti al fine di tutelare gli interessi degli ospiti della Casa Pia, già fin troppo dimenticati da chi invece dovrebbe tutelarli."

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

  • I 5 errori da evitare quando si arreda casa

  • Cos'è la “La Via del Sole”: spettacolare camminata tra Anghiari e Sansepolcro

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Va a sbattere contro un muro: soccorso con Pegaso

  • Schianto all'alba in Valdichiana. Due feriti, uno è in gravi condizioni

  • Scontro auto motorino, 15enne trasferito alle Scotte con Pegaso

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento