Asl Toscana Sud Est, sospeso lo stato di agitazione degli infermieri

Cullurà: “Incontro positivo in Prefettura, ma servono risposte entro il 20 marzo”

“Registriamo un’apertura da parte dell’Azienda sanitaria rispetto alle criticità esposte e sospendiamo lo stato di agitazione del personale infermieristico fino al prossimo incontro, fissato per il 20 marzo”. Così Claudio Cullurà, responsabile territoriale Nursind per l’area dell’Asl Toscana Sud Est, commenta l’incontro di conciliazione e raffreddamento avvenuto questa mattina in Prefettura.

“L’Azienda sanitaria si è impegnata ad affrontare i punti critici portati all’ordine del giornotra cui la mancanza di chiarezza sul metodo di calcolo della dotazione organica, i dati sulle ferie non godute dagli infermieri, il ricorso a straordinari e alla pronta disponibilità per sopperire alla carenza di personale. Ci è stato chiesto di produrre un documento con le principali criticità, cosa che ci siamo impegnati a fare entro le prossime 24 ore. La prossima settimana, però, non faremo sconti: il 20 marzo pretendiamo risposte chiare da parte dei vertici aziendali. Dopo di che prenderemo le nostre decisioni come sindacato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Alla Chiassa non passa più nessuno". Punta la pistola in strada e si filma, ma arriva la Polizia: denunciato

  • Coronavirus, Ghinelli: "Uscite a fare la spesa? Tenete lo scontrino"

  • Covid-19: sette nuovi casi nell'Aretino di cui tre in città. Il bollettino della Asl

  • Medico chirurgo positivo al Covid-19 ricoverato al San Donato

  • E' morta una maestra elementare contagiata da Coronavirus

  • Il messaggio ai suoi 500 dipendenti: "Riguardatevi, torneremo". E' la prima cassa integrazione della Lem in 46 anni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento