Ex area Lebole, è arrivata la svolta. Carrara: "Via ai lavori di recupero"

Una nota ufficiale della proprietà annuncia che si sono create le condizioni per dar forma al progetto per realizzare un complesso immobiliare con funzioni commerciali e di servizi alla persona.

Una nota ufficiale che parla chiaro, chiarissimo. E per gli aretini ha un sapore particolare. Arriva dalla proprietà dell'area Lebole - la società Aerre Spa guidata da Marco Carrara - e annuncia che, grazie ad un nuovo assetto, presto partiranno i lavori di recupero per realizzare quel complesso immobiliare con funzioni commerciali e di servizi alla persona previsti dal progetto. Cambierà dunque faccia, in tempi relativamente brevi, quell'area che per anni è rimasta abbandonata e intorno alla quale si sono sviluppate nel tempo numerose criticità, a partire dalle situazioni di grave degrado. 

Oggi dunque si prannunvia l'alba di un nuovo, importante percorso, per Arezzo e per l'intera area Lebole. 

Il lungo e accidentato percorso amministrativo del Piano di Recupero ex Lebole ha reso difficili i nostri rapporti con i potenziali investitori e ha rischiato di comprometterne la concreta realizzazione poiché il progetto iniziale non era ormai più adeguato alle mutate esigenze e ai mutati assetti organizzativi del settore della grande distribuzione- si legge nella nota. La programmata riqualificazione poteva quindi ormai realmente attuarsi solo introducendo funzioni e dimensioni più coerenti con le esigenze del mercato.

Per questo, si legge nella note, la società nel 2018 ha sottoposto all’amministrazione una "proposta di variante che dopo un sereno e costruttivo confronto è stata istruita dal Comune con professionalità ed è stata poi approvata in tempi ragionevolmente rapidi, così consentendoci di avviare (o perfezionare laddove già avviate) serie trattative con gli imprenditori interessati ad una parte dell’insediamento".

Adesso, trovate le condizioni fondamentali, ecco l'annuncio ufficiale: "Siamo quindi oggi in grado di comunicare ai cittadini di Arezzo che quanto prima, nel rispetto dei tempi tecnici richiesti per la sottoscrizione della convenzione e per il ritiro dei permessi di costruire, daremo inizio ai lavori di realizzazione del complesso immobiliare con funzioni commerciali, direzionali e servizi alla persona e delle correlate opere di urbanizzazione e viarie che ne garantiranno il corretto e proficuo inserimento nel tessuto urbano".

Poi un pensiero speciale nei confronti degli imprenditori che intraprenderanno gli importanti lavori di recupero

Qualora se ne creassero le condizioni, consci delle difficoltà che ha attraversato e attraversa il settore dell’edilizia, intendiamo privilegiare l’imprenditoria toscana. In questi anni ci sono stati momenti in cui arrendersi pareva la soluzione più logica, ma noi abbiamo sempre tenuto la barra a dritta con perseveranza ed onestà.

Ci auguriamo che la rinascita a nuova vita di un luogo così affettivamente e strategicamente importante, unita a nostre contropartite in opere pubbliche di enorme rilievo per Arezzo, sia vista dai cittadini come un segno di speranza in questi tempi non facili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sesta stagione 4 Ristoranti: ecco quando andrà in onda la puntata girata ad Arezzo

  • Dramma sulle piste da sci. Imprenditore aretino perde la vita

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trasporto eccezionale perde lastre di cemento in curva. Chiuso lo svincolo al ponte dell'ex Lebole

  • Tre lavoratori "in nero": chiuso ristorante. Un familiare precepiva il reddito di cittadinanza

  • Aereo dirottato. Pupo bloccato a New York: "Spero di arrivare in tempo per il GfVip"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento