Anche Oxfam partecipa alla Marcia delle donne e degli uomini scalzi

Anche Oxfam Italia, associazione umanitaria da tempo impegnata nell’accoglienza di profughi e migranti richiedenti asilo in Toscana, ad Arezzo e Firenze, aderisce alla “Marcia delle donne e degli uomini scalzi”, in programma domani dalle ore 18...

Mani-libri-migranti

Anche Oxfam Italia, associazione umanitaria da tempo impegnata nell’accoglienza di profughi e migranti richiedenti asilo in Toscana, ad Arezzo e Firenze, aderisce alla “Marcia delle donne e degli uomini scalzi”, in programma domani dalle ore 18:00 ad Arezzo e Firenze.

Ad Arezzo il corteo si snoderà da piazza San Jacopo fino alla Casa delle Culture di piazza Fanfani; a Firenze la marcia partirà invece da piazza Santa Maria Novella per concludersi in piazza San Giovanni. Uomini e donne che marceranno insieme a piedi scalzi per esprimere e testimoniare solidarietà ai migranti e profughi in fuga da guerra e povertà e chiedere maggiori tutele per i tanti che sono stati costretti a lasciarsi tutto alle spalle per scappare verso l’Italia e l’Europa alla ricerca di una vita “normale” per se stessi e propri cari.

“E’ inaccettabile che ancora oggi centinaia di migliaia di persone rischino la vita per fuggire da guerra, violenza e povertà. - afferma Alessandro Bechini, direttore Programmi in Italia di Oxfam - E’ necessario predisporre a livello europeo canali legali di transito per coloro che vogliono raggiungere l’Europa e chiedere asilo, creando assieme un sistema di asilo realmente europeo. Sono posizioni che Oxfam sostiene da sempre: per questo motivo abbiamo deciso di partecipare alle iniziative in programma ad Arezzo e Firenze, in contemporanea con le tante organizzate in tutta Italia. Speriamo che la voce di tutti noi possa giungere alle istituzioni e dar vita a un cambiamento di rotta sempre più urgente”.

Quattro le richieste che gli organizzatori delle iniziative, raccogliendo l’appello lanciato da Venezia dal primo gruppo di firmatari, tra cui Lucia Annunziata, Gad Lerner e Roberto Saviano, desiderano promuovere all’interno della marcia:

1. Certezza di corridoi umanitari sicuri per vittime di guerre, catastrofi e dittature

2. Accoglienza degna e rispettosa per tutti

3. Chiusura e smantellamento di tutti i luoghi di concentrazione e detenzione dei migranti

4. Creazione di un unico sistema di asilo europeo, che superi il regolamento di Dublino Oxfam Italia, è al lavoro a fianco delle popolazioni colpite da guerre ed emergenze umanitarie per garantire a tutti le risorse essenziali per condurre una vita dignitosa. Intervenendo sia nelle più gravi crisi del Mediterraneo, nei paesi di origine dei profughi, a partire dall’emergenza umanitaria siriana, che in quattro anni ha già provocato oltre 4 milioni di profughi; sia nell’accoglienza dei migranti richiedenti asilo in Toscana: nelle province di Arezzo e Firenze al momento Oxfam si sta occupando dell’accoglienza di oltre 90 migranti richiedenti asilo, accompagnando il percorso di integrazione dei migranti nel nostro paese attraverso corsi di lingua, assistenza legale e psicologica, assistenza sanitaria e percorsi di formazione professionale. Tante attività realizzate per facilitare il percorso di inserimento dei migranti, realizzate in collaborazione con molti soggetti del territorio toscano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sugar è il miglior negozio del pianeta: Arezzo sul tetto del mondo con Mosca e Tokyo

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Fermato su una Bmw con targa rumena: colpiva i turisti. Scoperto con la "luce nera"

  • Sceicco accusa azienda aretina: "Io truffato per 6 milioni di euro"

  • Bimbo aretino nasce con l'intestino nel torace: salvato con rarissimo intervento

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento