Amianto in via Malpighi. 5 assemblee dei condomini e la petizione a Ghinelli e Dindalini: "La priorità è il tetto"

Cinque assemblee di condomini di via Malpighi si sono susseguite in questa settimana, partendo da quella con i caposcala. L'ultima si è tenuta ieri sera, senza nessuna sorpresa, anzi con un rafforzamento del messaggio che è uscito in modo unanime...

via-malpighi-reisdenti-sunia-di silvia rossi-2

Cinque assemblee di condomini di via Malpighi si sono susseguite in questa settimana, partendo da quella con i caposcala. L'ultima si è tenuta ieri sera, senza nessuna sorpresa, anzi con un rafforzamento del messaggio che è uscito in modo unanime dai residenti: l'amianto da via Malpighi va rimosso in maniera urgente. C'è scritto proprio questo nella lettera firmata da tutti e spedita al presidente di Arezzo Casa Gilberto Dindalini, al sindaco Ghinelli e alla Asl.

Ad organizzare le assemblee è stato il Sunia, il sindacato degli assegnatari di case popolari che fa parte della Cgil e che nel corso degli ultimi mesi si è riorganizzato ed ha focalizzato l'attenzione sulle condizioni dell'edilizia residenziale pubblica.

Il motivo del contendere nello specifico è la copertura in amianto sulla quale abbiamo più volte scritto, sentendo inquilini, amministrazione comunale, presidente e vice presidente di Arezzo Casa.

residenti viamalpighi-sunia- di silvia rossiIl caso è arrivato alla ribalta delle cronache e della politica ed è diventato urgente dal 13 luglio 2016, dopo che il downburst che si è abbattuto sulla città di Arezzo ha reso evidente un problema già noto da tempo.

La diatriba sulla sostituzione delle coperture in amianto del caseggiato di via Malpighi è di vecchia data tanto che già dal 2013 il Presidente di Arezzo Casa scriveva: ”abbiamo inserito il complesso di via Malpighi nell’elenco di quelli per i quali si studieranno interventi precauzionali di bonifica delle coperture non appena sarà disponibile un adeguato finanziamento…”

fabio-buricchi"Sono passati 3 anni e il finanziamento non è arrivato - scrive il Sunia per voce del suo presidente Fabio Buricchi - Sarebbe interessante conoscere le iniziative assunte per ottenerlo dato che, come è noto, le coperture finanziarie non piovono dal cielo. Nel frattempo le intemperie si sono incaricate di dimostrare che la bonifica sta diventando sempre meno precauzionale e sempre più urgente. Già alcuni mesi fa abbiamo incontrato alcuni inquilini per verificare la situazione. Gli ultimi eventi hanno evidenziato come un rischio futuro sta diventando un pericolo immediato."

Ma il presidente di Arezzo Casa, direttamente intervistato da ArezzoNotizie, ha affermato che la situazione è in sicurezza e che non è previsto di rimuovere il tetto in amianto e sostituirlo con uno a norma.

"Prendiamo atto che le autorità competenti sostengono che, al momento, la situazione è in sicurezza - commentano dal Sunia - Ma sostengono anche che è presente una grande quantità di materiale potenzialmente pericoloso e con “una percentuale del 10% di zone danneggiate. Quindi si pensa forse di prevedere verifiche settimanali per accertarsi che un temporale non abbia fatto superare la soglia di sicurezza? Al di là delle dispute istituzionali e politiche, agli abitanti preme tutelare la loro salute, quella dei loro figli e degli abitanti limitrofi. E' evidente che il tempo del rinvio è terminato."

via-malpighi-reisdenti-sunia-di silvia rossi

Il Sunia, ha riscontrato una partecipazione ed una adesione alle assemblee di circa il 90 % dei condomini e da loro ha ricevuto il mandato di coordinare le iniziative in cui gli stessi abitanti siano protagonisti, volte anche a mettere in sicurezza l’intera struttura. Il primo atto è una lettera, firmata da tutti gli abitanti, inviata al Presidente di Arezzo Casa Gilberto Dindalini, al Sindaco di Arezzo e all’Ufficio competente della ASL con la quale si chiede formalmente la rimozione dell’eternit e la sua sostituzione con materiale non pericoloso.

Contemporaneamente è stato richiesto un incontro tra le istituzioni ed una delegazione degli abitanti.

Le voci dei residenti nei giorni successivi alla tempesta che ha fortemente danneggiato le coperture in amianto del tetto di via Malpighi:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le foto dei residenti di via Malpighi sono gentilmente concesse da Silvia Rossi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Arezzo, già 12 casi di Legionella. La Asl: "Ecco come si può contrarre e come prevenirla"

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento