Allarme freddo. I consigli dell'Enpa per aiutare animali domestici e selvatici

Cani, gatti ma anche uccelli: indicazioni pratiche per scongiurare le pericolose conseguenze del gelo e delle basse temperature.

Il meteo di queste ore annuncia una ondata di freddo che investirà molte regioni. Ecco alcuni pratici consigli per aiutare non solo i nostri cani e gatti, ma anche merli, pettirossi, passeri, capinere.

Per i nostri amici "domestici"

➤ Non teniamoli fuori al freddo! Il calore della casa e l'amore della famiglia sono importantissimi. Se proprio non potete farlo, offrite loro un luogo caldo e riparato, mettete coperte nella cuccia e invitate gli altri a farlo. In giardino d'inverno l'acqua congela, cambiatela spesso, almeno 2 volte al giorno mattino e sera quando portate il cibo. Non escludeteli, trovate il tempo per una passeggiata o per farli giocare, niente è più triste della solitudine.

➤ Proteggiamo i nostri cani e limitiamola loro permanenza su neve e ghiaccio durante le passeggiate: le basse temperature possono causare principi di assideramento.

➤ Attenzione anche agli sbalzi di temperatura che possono causare malanni; anche in questi casi, alla comparsa dei primi sintomi, è opportuno rivolgersi al proprio veterinario di fiducia

Tenere un animale all'esterno, al freddo, senza una protezione, potrebbe configurare il reato di maltrattamento. Chiunque assista a tali episodi può contattare subito le forze dell'ordine. Cerchiamo tutti di preoccuparci degli animali randagi, di dare loro cibo e riparo, di metterli in sicurezza in ogni modo possibile. Non volgiamo lo sguardo altrove pensando che magari li aiuterà qualcun altro, in questi casi l'indifferenza può contribuire alla fine di una vita.

Per gli animali selvatici

➤ Mai dimenticarsi dell'acqua. Lasciamo una ciotolina con acqua tiepida e pulita, in modo che possano trovare da bere. Per gli uccelli, la pulizia è importantissima per il piumaggio e quindi per isolarsi dal freddo. Per questo lasciamo loro fare il bagno in un contenitore come un basso portavasi.

➤ Gli uccelli possono avere serie difficoltà a trovare il cibo dopo le nevicate. Possiamo aiutarli con delle mangiatoie di emergenza. Basta lasciare del cibo a terra o "appeso" in delle apposite reti (molti negozi le vendono già pronte per l'uso). Attenzione però a farlo nel rispetto dei condomini.

➤ Tra gli alimenti più indicati ci sono: le arachidi non salate, i semi di girasole e di zucca, le piccole granaglie, il miglio. E' possibile usare, specie per gli insettivori, anche il cibo per cani e gatti, la frutta fresca e la frutta secca. Da evitare invece, il pane e i prodotti da forno.

➤ In campagna e nei giardini è utile anche togliere la neve da sotto gli alberi, lasciando così del terreno libero: ne trarranno beneficio molti animali.

➤ Per il ritrovamento di un animale selvatico in difficoltà, contattare i carabinieri Forestali, e consegnarlo presso un centro recupero fauna autorizzato (la detenzione di tali animali, oltre che vietata, necessita di cure specifiche). Ovviamente per gli animali di grande taglia, specie se ungulati o mammiferi come volpi, attendere il soccorso del personale specializzato in quanto necessitano di mani esperte per poter essere maneggiati.

➤ In caso di dubbi, contattare la sede Enpa più vicina.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

  • Lo zenzero fa bene, ma non sempre: quando e perché non va consumato

  • I 5 errori da evitare quando si arreda casa

  • Cos'è la “La Via del Sole”: spettacolare camminata tra Anghiari e Sansepolcro

I più letti della settimana

  • Tragedia sulle strade aretine: muore un ragazzo in scooter

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Morto in motorino a 16 anni, si chiamava Nunzio. Tragico frontale in un tratto buio della strada

  • Va a sbattere contro un muro: soccorso con Pegaso

  • Schianto all'alba in Valdichiana. Due feriti, uno è in gravi condizioni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento